scarica l'app
MENU
Chiudi
07/10/2020

Appalti, protesta dei precari sotto al Comune

La Repubblica - m. bet.

Scuola
Giornata di tensione a Palazzo d'Accursio per la protesta degli educatori degli appalti nelle scuole. Il sindacato di base Sgb ha dichiarato sciopero per la giornata di ieri e ha fatto due presidi prima davanti alla sede dell'Inps e poi sotto al Comune di Bologna, dove i lavoratori hanno minacciato di piantare le tende nel cortile interno se non avessero ottenuto un incontro con l'amministrazione. La protesta era motivata dalle condizioni di precarietà di questi lavoratori, che sono dipendenti di cooperative che lavorano in appalto tra Bologna, San Lazzaro e Medicina. Le loro condizioni si sono aggravate con l'epidemia e con gli ultimi appalti dei Comuni, che secondo Sgb taglierebbero le ore di lavoro favorendo forme di "cottimo", per lavoratori che in molti casi arrivano ad accumulare fino a vent'anni di contratti precari. Arrivata sotto a Palazzo d'Accursio, una quarantina di manifestanti ha chiesto un incontro al sindaco Virginio Merola o all'assessora alla Scuola Susanna Zaccaria, ma dal capo di gabinetto del Comune sarebbero arrivate «minacce di sgombero», riferisce il sindacato, che ha poi ottenuto almeno di incontrare i capigruppo con la promessa di convocare una commissione consiliare urgente sul tema.
-