scarica l'app
MENU
Chiudi
13/05/2020

Appalti nel sociale, verso l’addio al massimo ribasso

Il Trentino

La rivoluzione. Nel ddl Ripresa 2 approvato dal Consiglio provinciale passa una norma che modifica la qualificazione dei servizi alla persona. Elezioni Federcoop, si va a luglio
LUCA PETERMAIER Il ddl Ripresa 2, approvato domenica scorsa dal Consiglio provinciale, porta in dote due novità molto importanti per il sistema della cooperazione sociale, fortemente volute non solo dalle cooperative del settore ma anche dalla stessa Federcoop che ha svolto un ruolo di "regista" nella trattativa con la Provincia. La prima novità riguarda la proroga di tutti i contratti nel mondo del sociale la cui scadenza viene spostata al 31 dicembre del 2021. Cosa vuol dire questo? TRENTO. Che tutti gli appalti di servizio, in un settore delicato come quello del sociale (gestione dei nidi, per fare un esempio) restano validi e affidati al medesimo contraente fino alla fine dell'anno prossimo. L'unica modifica che verrà apportata ai contratti in essere sarà l'introduzione delle norme di sicurezza anti-Covid. La seconda norma attiene sempre al settore del sociale e riconosce tutti i servizi di questo ambito come servizi di interesse generale ai sensi del diritto comunitario. Detta così sembrerebbe una norma di poco conto. Ma in realtà il provvedimento cambia in modo radicale l'approccio ai contratti nel panorama soprattutto dei servizi alla persona. In questo nuovo quadro normativo, gli appalti si sposteranno dalla logica del mero business (spesso legato al massimo ribasso) ad un approccio più di partnership tra pubblico e privato, con vaste possibilità di co-progettazione e pianificazione dei servizi. In sostanza, viene stabilito (ed è questa la vera novità) che gli appalti di servizio nell'ambito del sociale (prima infanzia, scuola, servizi socio-assistenziali, tutto il mondo degli anziani e tutto il mondo della disabilità) sono cosa diversa da un appalto per la fornitura della carta o per riparare un ascensore. Come detto, si tratta di una novità di notevole rilievo per il terzo settore che, in Trentino, è rappresentato da tante cooperative che svolgono un ruolo rilevantissimo in termini di sostegno e aiuto a fasce deboli della popolazione. Parlando di cooperazione non si può infine non accennare al fatto che proprio ieri sarebbe stata la data fissata per l'assemblea elettiva di Federcoop dopo le burrascose dimissioni di Marina Mattarei. L'assemblea è stata però spostata all'estate e si dovrebbe tenere entro la fine di luglio.

Ftse Italia All Share -0,32%

19.012,53

1€ = 116,16¥

33.300,68

31.163,87

17.381,36

1€ = 1,052Fr.

1€ = 0,879£

1€ = 1,082$

Euro/Dollaro -0,18% 11/5 8/5 7/5 6/5 5/5 4/5 Euro/Sterlina +0,39% 11/5 8/5 7/5 6/5 5/5 4/5 Euro/Franco -0,09% 11/5 8/5 7/5 6/5 5/5 4/5 Euro/Yen +0,71% 11/5 8/5 7/5 6/5 5/5 4/5 Petrolio +2,14% 24,29$ al barile 11/5 8/5 7/5 6/5 5/5 4/5 Ftse Mib -0,33% 11/5 8/5 7/5 6/5 5/5 4/5 Ftse Italia Mid Cap +0,01% 11/5 8/5 7/5 6/5 5/5 4/5 Ftse Italia Star +1,00% 11/5 8/5 7/5 6/5 5/5 4/5

Foto: • Il ddl Ripresa 2 cambia radicalmente la disciplina negli appalti del terzo settore