MENU
Chiudi
30/10/2018

Appalti lavori pubblici ci sarà la clausola sociale

La Gazzetta Del Mezzogiorno

ALTAMURA IN CASO DI NECESSITÀ DI ULTERIORI UNITÀ, LE DITTE DOVRANNO FARE SCORRERE LE LISTE DEL CENTRO IMPIEGO
Il Comune ha deciso: verrà chiesta l'assunzione di dissocupati
ONOFRIO BRUNO l ALTAMURA. Una clausola sociale nei lavori pubblici per l'assunzione di disoccupati. Lo ha deciso il Comune per i prossimi bandi riguardanti affidamenti di opere che saranno assegnati con i prossimi bandi. Vale se le ditte aggiudicatarie avranno necessità di ulteriori unità rispetto al proprio personale e, in tal caso, dovranno fare scorrere le liste del Centro per l'impiego. L'assessorato ai lavori pubblici ha già dato tale disposizione agli uffici per bandi, con determina a contrarre, dell'importo complessivo di 500mila euro. L'iniziativa adottata dall'amministrazione Melodia è stata promossa dall'as sessore Pietro Falcicchio . Nello specifico, tale misura prevede che le imprese aggiudicatarie - laddove abbiano la necessità di incrementare il proprio personale - debbano assumere disoccupati o cittadini che versano in disagio economico-sociale, iscritti presso il Centro per l'impiego di Altamura. «Una decisione, questa, per la prima volta adottata nel Comune di Altamura che consente di creare opportunità di lavoro sul nostro territorio ai tanti cittadini che si trovano in difficoltà - sottolinea il Partito Democratico -. L'indirizzo dato agli uffici è quello di prevedere tale clausola in tutti gli appalti pubblici». «Oggi - aggiunge l'assessore Falcicchio - abbiamo inserito tale clausola per lavori per circa mezzo milione di euro i cui bandi sono prossimi alla pubblicazione ma ho dato indicazioni per inserirla in tutti i bandi di lavori che ci accingiamo a pubblicare. E' la prima volta che questo accade nella nostra città». Il perimetro di applicazione è ben delimitato: la clausola, una volta inserita nei contratti di affidamento di lavori e interventi affidati dall'ente locale, opera solo nel caso in cui le ditte abbiano bisogno di più personale rispetto a quello di cui già dispongono. Una misura che viene accolta con molte aspettive perché può realmente attingere al bacino della disoccupazione. Al Centro per l'impiego, peraltro, in queste ultime settimane le file agli sportelli sono molto lunghe perché c'è maggiore affollamento, soprat. tutto per le attese legate al reddito di cittadinanza. Tanto che le istruttorie per il Naspi (indennità mensile di disoccupazione) sono state fatte slittare. Tornando alla previsione del Comune, diventa imperativo anche dare seguito alle progettazioni ed al piano triennale con la pubblicazione dei bandi entro la fine dell'anno per giungere ad «atti giuridicamente vincolanti». Nel concreto è prevedibile che gli interventi veri e propri ricadranno nella prossima annualità.

Foto: LA NOVITÀ Il Comune ha deciso di inserire una clausola sociale nelle prossime gare di appalto per i lavori pubblici

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore