MENU
Chiudi
13/01/2019

APPALTI, IMPORTANTI NOVITA’

QN - Il Resto del Carlino

L'INTERVENTO
CON il nuovo anno arriva una importante novità per edili e impiantisti: la manovra di governo per il 2019, oltre alle misure di proroga delle detrazioni fiscali per la ristrutturazione degli immobili e la riqualificazione per l'efficientamento energetico, contiene anche una disposizione che eleva la soglia dell'affidamento diretto dei lavori. La norma consente alle Stazioni Appaltanti - in deroga al Codice degli Appalti - di procedere all'affidamento diretto dei lavori di importo pari o superiore a 40mila euro e inferiore a 150mila euro, senza gara formale e con l'unico obbligo di consultare almeno 3 operatori economici, senza vincoli di pubblicità. Si tratta comunque di una disposizione temporanea, che sarà in vigore fino al 31 dicembre 2019. In precedenza, per la stessa fascia di importo, era necessario bandire la gara d'appalto con invito di almeno 10 imprese, selezionate tramite indagine di mercato o previ elenchi di operatori, con obbligo di rotazione e di pubblicità. Si tratta di una vittoria sindacale importante, per la quale la Confartigianato si batte da anni. Riteniamo fondamentale - e da sempre lo ricordiamo alle istituzioni - dare lavoro alle aziende del territorio, frazionare gli appalti, suddividerli in lotti funzionali, renderli a 'misura' anche delle micro, piccole e medie imprese per far ripartire l'economia. Sono circa 30mila nelle Marche le imprese attive nella filiera casa secondo l'elaborazione dell'Ufficio Studi Confartigianato su dati Istat, oltre 8.000 nella Provincia di Ancona. Va comunque rilevato che la modalità di attuazione della norma, richiede la massima attenzione. Se da un lato i piccoli Comuni assegnatari dei 400 milioni di euro previsti dalla legge di Bilancio e destinati a opere di messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici, potranno avviare subito i cantieri mediante affidamento diretto, d'altra parte potrebbero venir meno gli obblighi di trasparenza e rotazione indicati nel Codice dei contratti. Per questo riteniamo che sarà fondamentale la collaborazione con le Stazioni Appaltanti e in particolare con le Amministrazioni locali affinché, pur nel rispetto delle modifiche introdotte dalle normative recenti, venga garantita una giusta rotazione delle imprese del territorio a favore dell'economia locale. *Confartigianato Ancona

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore