scarica l'app
MENU
Chiudi
25/09/2020

Appalti frazionati in Vus A giudizio il presidente Rossi

Corriere dell'Umbria

Processo a giugno 2021
SPOLETO K "Appalti frazionati", rinviato a giudizio il direttore della Vus, Walter Rossi, per abuso d'ufficio e turbata libertà degli incanti. Lo ha deciso ieri il giudice per l'udienza preliminare Paolo Mariotti, accogliendo la richiesta del pm Federica Filippi scaturita dalle indagini della guardia di Finanza su una serie di affidamenti diretti sotto la soglia dei 40 mila euro e principalmente legati allo smaltimento e al trasporto del percolato. Gli accertamenti sono scattati dopo un esposto del Comune di Spoleto (socio Vus) e secondo gli inquirenti gli appalti sarebbero stati "frazionati artificiosamente per eludere l'obbligo di procedure più trasparenti", "impedendo lo sfruttamento dei vantaggi derivanti dal coinvolgimento di un maggior numero di operatori economici" e "arrecando danno ingiusto sia alle società concorrenti, che non hanno potuto partecipare alla gara, che ai Comuni che non hanno potuto conseguire il possibile risparmio di spesa mediante il confronto tra più offerte". Le assegnazioni a imprese terze risalgono al periodo compreso tra il 2014 e il 2017, mentre il processo a carico di Rossi, difeso di fiducia dall'avvocato Massimo Marcucci, si aprirà nel giugno 2021. C.F.