scarica l'app
MENU
Chiudi
25/06/2020

Appalti e tangenti Le manette in metrò

Il Giornale - Marta Bravi

BUFERA SULL'ATM
Arrestate tredici persone tra cui un alto dirigente della società «Adesso c'è un bel lavoretto da 18 milioni»
La giornata ad Atm inizia con le perquisizioni da parte della Guardia di Finanza e il sequestro di documenti e pc. Il bilancio è di tredici persone arrestate nell'ambito dell'inchiesta su presunte tangenti e appalti truccati. Tra gli arrestati figura Paolo Bellini, dirigente e responsabile degli «impianti di segnalamento e automazione» delle linee metropolitane. A Bellini vengono contestate presunte tangenti per 125mila euro tra il 2018 e il 2019 per otto appalti. Il dg Arrigo Giana minimizza: «È un funzionario di quarto livello, una figura tecnica che non ha autonomi poteri di spesa o autonomi poteri decisionali» e prende le distanze: «L'azienda è parte lesa». a pagina 3