scarica l'app
MENU
Chiudi
14/02/2020

Appalti e ritenute: sospese le sanzioni fino al 30 aprile

Il Sole 24 Ore - De Fusco, De Cesari, Latour Mastromatteo, Santacroce

I CHIARIMENTI
Pubblicata la circolare dell'agenzia delle Entrate sul decreto legge fiscale Committenti obbligati a verifiche di merito sugli appaltatori Esclusi dagli obblighi condomini, Pa e contratti con i professionisti
Arrivano i chiarimenti dell'agenzia delle Entrate sulle norme introdotte dal decreto fiscale in materia di ritenute negli appalti superiori a 200mila euro. È stata infatti pubblicata la circolare 1/E che risponde ai dubbi degli operatori sui nuovi adempimenti, e che interviene sul contestatissimo articolo 4 del Dl fiscale 124/2019. La circolare illustra gli adempimenti per committenti, appaltatori, subappaltatori, affidatari e altri soggetti compresi nella disciplina, e chiarisce aspetti relativi al regime sanzionatorio in caso di non corretta determinazione ed esecuzione delle ritenute e di tardivo versamento. Gli ingredienti principali della circolare 1/E sono: maglie strette sulle catene di appalti, alle quali si applicheranno, a cascata, i nuovi adempimenti; applicazione degli obblighi a tutti i servizi intellettuali; verifiche a carico dei committenti anche nel merito delle ritenute, senza limitare il controllo al solo aspetto cartolare. In positivo, va registrata la moratoria sulle sanzioni fino al prossimo 30 aprile. Anche se restano alcuni dubbi applicativi. Vengono individuati i settori più interessati dai nuovi adempimenti: logistica, servizi alle imprese, alimentare e meccanica. I chiarimenti intervengono a breve distanza dalla denuncia di Confindustria, Ance, Rete Imprese Italia, Abi e Assonime sul rischio del blocco di attività per interi settori.

De Fusco, De Cesari, Latour,
Mastromatteo, Santacroce a pag. 3