scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/08/2021

Appalti da cambiare

La Prealpina

LA PRIORITÀ
VA R E S E -(m.d.a.) - Differenziare le regole per gli appalti delle opere pubbliche da quelle per i servizi alla persona o alla collettività. «Se devo sottolineare una priorità su cui mi aspetto la politica faccia scelte coerenti e opportune per sostenere lo sviluppo guardo soprattutto al tema delle regole in materia di gare ed appalti pubblici. Che assume ulteriore urgenza - spiega Mauro Frangi - se pensiamo alle molte risorse che saranno messe in campo nei prossimi anni. Non è più accettabile continuare ad operare in un sistema totalmente disarticolato, con migliaia di centri di spesa scoordinati tra di loro, con una normativa di riferimento in continua correzione e nel quale si sovrappongono più procedure, tutte con tempi lunghi e con un sistema di proroghe e ricorsi purtroppo consolidato che di fatto paludano il mercato di gare e appalti». Insomma serve un cambio di paradigma. «Occorre semplificare le procedure, garantire tempi certi di aggiudicazione e soprattutto difendere e sostenere la reale capacità di fare impresa selezionando quelle realtà capaci di generare opere e servizi adeguati ai bisogni dei cittadini e contrastando con forza chi opera - continuando a sfruttare il sistema delle gare al massimo ribasso - nell ' illegalità. Si parla spesso di ammodernamento della Pubblica Amministrazione. Bisognerebbe cominciare proprio da qui: riqualificando, ammodernando e rendendo finalmente efficienti le stazioni appaltanti e le gare pubbliche».