scarica l'app
MENU
Chiudi
04/07/2020

Appalti, Conte s’è convinto, M5s no

ItaliaOggi - FRANCO ADRIANO

Dl Semplifi cazioni, nodo sblocco opere pubbliche. Berlusconi, Fi vota il Mes. Reazione Lega
Svolta sui Marò all'Aja. Antitrust contro il fi sco olandese
«Èil momento del coraggio: l'Italia non è disposta a fare passi indietro. Tutti dobbiamo osare. Non possiamo accettare il principio per cui non facciamo per paura di infiltrazioni». Il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, sul dl Semplificazioni dopo il vertice di maggioranza a Palazzo Chigi ha svelato in questo modo che non tutti i nodi sono risolti nella maggioranza sul provvedimento che per lui dovrebbe rappresentare «la madre di tutte le riforme». In particolare, sull'articolo 2 relativo agli appalti sopra soglia, il M5s fa ancora resistenze. Più in generale non sarebbe definito lo sblocco delle opere pubbliche. «L'unica parte davvero chiusa è quella sulla digitalizzazione», ha ammesso la capogruppo di Leu, Loredana De Petris. Il fatto che i problemi provengano soprattutto dal fronte pentastellato, è testimoniato dalle parole dello stesso premier: «Piena convergenza con il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, sul dl Semplificazioni da portare presto in Consiglio dei ministri. La pensiamo allo stesso modo: bisogna correre». Ieri, Conte e Zingaretti si sono incontrati. Tra gli elementi di frizione all'interno della maggioranza su questo provvedimento, da segnalare anche la grave accusa di Italia Viva a M5s di voler approvare una sanatoria penale sull'abuso d'ufficio. «In poco tempo chi urlava nelle piazze slogan demagogici inneggiano all'onestà vorrebbe oggi far passare in silenzio una legge ''salva Appendino ( Chiara Appendino, sindaco di Torino ndr)'', evitando alla sindaca evidenti procedimenti giudiziari», ha attaccato Silvia Fregolent, deputata di Iv, a proposito delle proposte di M5s da inserire nel dl Semplificazioni. Il lockdown per il coronavirus ha fatto perdere 19 miliardi di lavori con un calo del 24% per numero di cantieri e del 33% in valore. In Lombardia, situazione ancora più grave, il crollo è stato del 63%. Tuttavia, il presidente dell'Anac, Francesco Merloni, in occasione della relazione annuale dell'Autorità alla Camera, ha affermato: «Dopo il provvedimento del 2019, vi è ora il rischio di uno sblocca cantieri-bis, con le stesse problematiche. Le perplessità che l'Autorità aveva su quel decreto trovano una conferma nei dati: a fronte di una crescita del mercato del 23%, quella degli appalti sotto soglia, oggetto delle semplifi cazioni normative, è stata di poco oltre il 10%. Dunque, non si è avuto nessun benefi cio concreto, e il dato non deve stupire più di tanto: i cantieri più piccoli non avevano alcuna necessità di sblocco, perché già ci sono gli strumenti per avviare e chiudere velocemente le gare». Sono 201 i nuovi contagiati dal coronavirus in Italia nell'ultimo aggiornamento della Protezione civile. Le vittime nelle ultime 24 ore sono 30. Il Tribunale arbitrale internazionale dell'Aja sul caso dei Marò ha dato ragione all'Italia. I giudici hanno riconosciuto l'immunità dei Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone in relazione ai fatti accaduti il 15 febbraio 2012 e all'India viene pertanto precluso l'esercizio della propria giurisdizione nei loro confronti. Secondo il Tribunale però «l'Italia ha violato la libertà di navigazione e dovrà pertanto compensare l'India per la perdita di vite umane, i danni fi sici, il danno materiale all'imbarcazione e il danno morale sofferto dal comandante e altri membri dell'equipaggio del peschereccio indiano Saint Anthony», a bordo del quale morirono i due pescatori del Kerala. «Sul Mes la posizione di Forza Italia è contro l'interesse nazionale italiano». Il commento fatto trapelare dalla Lega sull'intervista del leader di Fi, Silvio Berlusconi, in cui il Cavaliere annuncia il voto del suo movimento (che peraltro ha affi dato all'ex presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani) al Mes, non ha bisogno di interpretazioni. «Un governo di unità nazionale? Non credo che ne esistano le condizioni e non credo servirebbe all'Italia un governo con forze politiche antitetiche fra loro. Noi e i 5Stelle, per esempio, abbiamo una visione diametralmente opposta su tutto. Se però in questo parlamento si creassero davvero le condizioni per una maggioranza diversa, più effi ciente, più rappresentativa della reale volontà degli italiani, andrebbe verifi cata, naturalmente prima di tutto con i nostri alleati», aveva dichiarato tra l'altro il presidente di Forza Italia. «Paesi come l'Irlanda, l'Olanda e il Lussemburgo sono veri e propri paradisi fi scali nell'area euro, che attuano pratiche fi scali aggressive che danneggiano le economie degli altri Stati membri». La denuncia è del presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, Roberto Rustichelli. «L'attuale quadro normativo dell'Unione europea», ha spiegato, «determina una disparità di condizioni concorrenziali nel mercato, in quanto favorisce il dumping fiscale e contributivo tra paesi». «Alcune ricerche stimano che, a causa della concorrenza fiscale sleale a livello europeo», ha concluso, «il fi sco italiano perde la possibilità di tassare oltre 23 miliardi di dollari di profi tti. Ciò comporta un danno per l'Italia che può essere stimato tra i 5 e gli 8 miliardi di dollari l'anno». Doppia procedura di infrazione per l'Italia sui rimborsi ai passeggeri di viaggi cancellati a causa del coronavirus. La prima è nei confronti di Italia e Grecia perché hanno adottato una legislazione che consente alle compagnie di offrire voucher come unica forma di rimborso. Ciò «va contro il diritto dei passeggeri che hanno il diritto di scegliere». Un'altra procedura di infrazione riguarda le norme nazionali specifi che sui viaggi «tutto compreso» che consentono agli organizzatori di emettere voucher invece del rimborso in denaro per viaggi annullati. Dal febbraio 2020 il livello di occupazione in Italia è diminuito di oltre mezzo milione di unità e le persone in cerca di lavoro di quasi 400 mila, a fronte di un aumento degli inattivi di quasi 900 mila unità. L'Istat ha indicato che il tasso di disoccupazione è risalito al 7,8% (+1,2 punti). Tra i giovani al 23,5% (+2,0 punti). Wall Street vola. A spingere i listini americani sono i dati migliori delle attese sul mercato del lavoro americano. Gli Usa hanno creato in giugno 4,8 milioni di posti di lavoro, sopra le attese degli analisti (3,23 milioni). Il tasso di disoccupazione è calato all'11,1%. Jeff Bezos, Amazon, vale 171,6 miliardi di dollari grazie alla volata a Wall Street del gigante delle vendite online. La fortuna di Bezos è tornata ai livelli pre-divorzio. Solo quest'anno ha guadagnato 56,7 miliardi di dollari. «L'assegno universale prevede che le famiglie ricevano un assegno per ciascun fi glio dalla nascita ai 21 anni di età. È prevista una maggiorazione dal terzo fi glio». L'ha affermato il ministro per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti (Iv). Nel caso di fi gli disabili l'assegno prevederebbe una maggiorazione tra il 30 e il 50% e verrebbe «esteso per tutto l'arco della vita». La produzione nel sito Whirlpool di Napoli cesserà il 31 ottobre. Lo ha confermato al governo, l'amministratore delegato di Whirlpool Italia, Luigi La Morgia. Dopo le piogge torrenziali, il crollo. Almeno 113 morti in una miniera di giada nel Nord del Myanmar dove si è verifi cata una frana. Il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha ringraziato il popolo russo per aver partecipato al referendum costituzionale. L'affl uenza è stata pari al 67,97 e il 77,92% ha approvato gli emendamenti alla Costituzione, mentre il 21,27% ha votato contro. «Siamo preoccupati dalle notizie riguardo agli sforzi del governo russo di manipolare il risultato del recente voto sugli emendamenti costituzionali, compresi la coercizione degli elettori, le pressioni sui contrari agli emendamenti e le restrizioni sugli osservatori indipendenti del voto», ha affermato la portavoce del Dipartimento di Stato americano, Morgan Ortagus. Putin potrà candidarsi per altri due mandati di sei anni e restare al potere fi no al 2036 quando compirà 83 anni. I mondiali di sci di Cortina si terranno nel 2021, come inizialmente programmato, e non nel 2022, data ipotizzata nel corso dell'emergenza Covid. L'ha deciso la Fis che si è impegnata a garantire 10 milioni di franchi svizzeri nel caso di cancellazione dovuta a un eventuale ritorno della pandemia. Il Consiglio di presidenza del Senato ha deliberato all'unanimità la desecretazione degli atti classifi cati fi no al 2001. © Riproduzione riservata