scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
27/07/2021

Appalti alle coop negli hotel di lusso, 22 mln di contributi non versati a lavoratori e fisco

Il Fatto Quotidiano - FRANCESCO FLORIS

L ' INDAGINE
l lavoratore in coop costa meno che un dipendente in Federalberghi " . Mail indirizzata a Roberto Cevoli,generaldirectordel gruppoChcchecontrollagli Holiday Inn di mezza Italia. Gli " svarioni del servizio di pulizia avvengono sotto il vostro naso " , dice Gianluca Maregotto, vicepresidente della Federalberghi Terme Abano Montegrotto e patron dell ' Hotel Aqua di Abano Terme, minacciando di " farsi losconto " acolpi di " qualche mille euro alla volta " .È la fotografia di un mondodel lavoro in apparenza blasonato, l ' inchiesta della Procura di Milano e del Nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza sugli appalti negli hotel e il re delle coop, Pierantonio Pegoraro. Sequestrati 22 milioni di euro al colosso dell ' o u t so u rc i ng Cegalin-Hotelvolver. Il contesto? Gli hotel (non indagati) - di lusso e non - di Milano, Roma, Versilia e in Veneto. Ossessionati dal mantra di abbassare il costo del lavoro. " Da 14,4 a 14 euro " per le colazionièlarichiestadegli hotelTecoeCinqueGiornatea Milano. Serve un sistema di " società serbatoio " dice la GdF: decine di coop intestate a prestanomi nullatenenti. Che cambiano di continuo. Prima di sparire con i contributi dei lavoratori e i crediti fiscali Iva o Ires. Sembra uno " schema frodatorio creato a tavolino volto a evadere le obbligazioni contributive e fiscali " scrive il pm Paolo Storari. C ' è il go t h a del mondo alberghiero. Pegoraro fa affari con l ' hotel Galles di Milano, il Crowne Plaza, l ' Hotel Milano Scala, il Cavour, il Duca II, il De la Ville e decine di altri. A Roma? Il Gran Melia al Gianicolo che suggerisce i servizi di Cegalin a un competitor nonostante ci sia un problema: vogliono ben " 25 centesimi a stanza " di sconto. In Versilia con l ' Hotel Plaza e de Russie di Viareggio, al Grand Hotel Principe di Piemonte o il Villa Medici di Firenze. Gli investigatori hanno acquisito documentazione sugli appalti dall ' Inps. Il datore? I lavoratori " non sono in grado di riferirlo o devono leggere il cartellino identificativo sulla divisa " , scrivono gli ispettori. La manodopera passa così spesso di mano fra coop e srl da non sapere più per chi stia lavorando. Fra il 2013 e il 2016 Cegalin impiega 21 società appaltatrici e 7.022 dipendenti. Di questi 1.780 in carico a due diverse società; 851 hanno cambiato tre datori di lavoro; 149 lavoratori ben quattro. Un addetto è passato in 7 diverse imprese subappaltatrici, una ogni 5 mesi della sua vita.