scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
27/05/2021

Appalti a rischio infiltrazioni mafiose problema italiano

La Gazzetta Del Mezzogiorno

LETTERE E COMMENTI
I sindacati protestano contro la prevista riforma del Codice degli appalti, riforma che mira alla semplificazione delle procedure burocratiche per allineare l'Italia agli standard europei. Il "j'accuse" lanciato da certi ambienti di sinistra - che si scoprono antieuropeisti quando non si tratta di annacquare il vino e misurare le vongole veraci - pone l'accento non solo sulla paventata diminuzione delle tutele dei lavoratori (finalmente qualcosa di "sinistra" vecchia maniera) ma soprattutto sul "rischio di infiltrazioni mafiose" che porterebbe una semplificazione siffatta. Orbene, senza entrare nel merito dei tecnicismi normativi, il fatto che una semplificazione procedurale porti come "naturale" conseguenza il rischio di infiltrazioni mafiose, ovvero il rischio di illeciti di altro tipo, è cosa abbastanza inquietante. Se le procedure semplificate vanno bene negli altri paesi europei, e mal si adatterebbero al nostro per i problemi di cui sopra, forse allora il problema non è nel Codice ma nel Paese. Simone de Bartolo Bari