scarica l'app
MENU
Chiudi
19/05/2020

«Appalti a km 0 e meno burocrazia per aiutare il territorio»

QN - Il Giorno

La Provincia
MONZA Appalti a km 0 per sostenere le imprese del territorio. E meno burocrazia. La ripartenza, secondo il presidente della Provincia, Luca Santambrogio, passa (anche) da qui. Perché adesso «non serve la burocrazia ma è importante avere delle linee guida condivise per capire come utilizzare le risorse e metterle a disposizione delle famiglie e delle aziende del territorio. Con l'Assemblea dei Sindaci abbiamo votato un documento per stabilire linee di azione per gestire la questione delle tasse locali che ritengo corretto sospendere per i tre mesi di inattività delle nostre attività commerciali. Questo è il momento della semplificazione per rendere subito utilizzabili i soldi annunciati». Questi mesi di lockdown «hanno creato un buco anche nelle nostre casse. Sono arrivate risorse, ma non sono sufficienti. Ci aspettavamo dal Governo qualcosa di più anche per permetterci di utilizzare nostre risorse senza il vincolo della burocrazia». Col piano Marshall di Regione, per esempio, ai Comuni e alle Province sono state assegnate risorse da investire in opere pubbliche (alla Provincia sono destinati circa 3 milioni tra 2020 e 2021): «Sarebbe importante fare girare questi soldi sul territorio con gare che permettano alle imprese locali di lavorare e dare lavoro», l'auspicio di Santambrogio. Il presidente pensa alle «aziende piccole che non hanno le forze per partecipare agli appalti pubblici presentando offerte al ribasso». Nei primi mesi del 2020 la Centrale unica di committenza della Provincia che gestisce gare d'appalto per conto dei Comuni, ha trattato 20 appalti per un valore complessivo di 29.283.892 euro. Dieci gare riguardano i lavori per 4.772.064 euro: il 61,49% è stato aggiudicato in Brianza con 6 gare per 2.934.129 euro mentre il 38,51% in Lombardia per quasi 1,9 milioni. Sul fronte dei servizi, rispetto alle 10 gare trattate nessuna è stata aggiudicata in Brianza: il 97,60% in Lombardia per 23.922.998 euro e le restanti 2 nel resto d'Italia (2,40% per 588.830 euro). E anche lo scorso anno gli appalti non sono rimasti sul territorio. E allora «mi aspetto un atto di coraggio - la richiesta -: mancano ancora dei passaggi parlamentari e mi auguro che maggioranza e opposizione sappiano trovare la via del dialogo per mettere mano ad alcuni articoli del codice degli Appalti e favorire i cosiddetti appalti a Km 0». M.Galv. I musei ripartono fra bambini e cartine
Cultura

Da mercoledì riaprono i Musei Civici con la rassegna "Immagini della fantasia" fino al 21 giugno. In Galleria Civica sarà inaugurata la mostra sulle opere cartografiche realizzate negli anni Trenta e Quaranta dalla famiglia De Agostini fino al 5 luglio.