scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/02/2021

Aperto lo sportello per i progetti Il sogno della Pigna si avvicina

La Stampa - DANIELA BORGHI

sanremo, bando da 15 milioni aperto anche ai privati per la riqualificazione del centro storico
L'importante ruolo delle associazioni: "Una svolta al futuro del quartiere"
«Abbiamo ricevuto una decina di richieste di informazioni per ristrutturazioni di alloggi nella Pigna da parte di privati. Possono accedere ai contributi a fondo perduto, che vanno dal 35 al 50 per cento, solo i proprietari di prima casa». Il dipendente comunale incaricato ad informare le persone sul bando nello sportello attivo all'ingresso del Museo civico, in piazza Nota, spiega che c'è tempo per aderire fino al 26 febbraio: «Entro questa data devono presentare la manifestazione di interesse con il progetto preliminare». Obiettivo: riqualificare edifici degradati. La Pigna di Sanremo può cambiare volto grazie ad un bando da 15 milioni per la riqualificazione: i tempi stringono, sia per l'ente pubblico che per i privati che intendono avvalersi di questa possibilità. Determinante, in questa operazione, il ruolo delle associazioni. Pigna Mon Amour sta facendo da volano dell'iniziativa, grazie al tam tam tra gli abitanti del centro storico per diffonderla il più possibile e per motivare le persone. «La Pigna sta concorrendo a un bando la cui vittoria potrebbe dare una svolta al futuro del quartiere ed è stato chiesto alle associazioni della Pigna di collaborare alla costruzione del progetto - spiega Chicca Dedali, portavoce di Pigna Mon Amour - Abbiamo ragionato, tutti insieme, su come vorremmo potesse diventare il quartiere e cosa servirebbe per migliorare la vita di chi ci lavora o di chi lo abita. L'esito del concorso è futuro e incerto, ma pensiamo di avere già vinto perché, per concorrere, è stata usata una buona pratica, e non solo perché la politica sta investendo sul nostro quartiere, ma perché lo sta facendo con le associazioni. Abbiamo vinto perché da mesi una squadra di dirigenti e funzionari comunali, ma anche di altri enti, Regione compresa sta lavorando con grandissimo impegno per rendere possibile la realizzazione del "nostro sogno" quello di un quartiere migliore, vivo a dimensione di abitanti. La vittoria oggi, per chi ci ha sempre creduto e messo la faccia, è vedere la politica, gli uffici amministrativi e il territorio, insieme, per raggiungere un obbiettivo comune». Conclude la Dedali: «E' da anni che chiediamo di attivare buone pratiche: questa volta sta succedendo e questo, per noi, è già un ottimo risultato. Ora non ci resta che vincere, perciò serve anche l'impegno di tutti coloro che vivono alla Pigna: il progetto offre molte possibilità sia per chi è proprietario di immobili, sia, in prospettiva, per chi vorrebbe avviare un'attività o trasferirvi la propria. Potete rivolgervi allo sportello per conoscere i dettagli del bando e, se dopo avrete bisogno di aiuto per districarvi nella modulistica, noi potremo aiutarvi». - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: FOTO MANRICO GATTI


Foto: Lo sportello aperto al piano terra del Museo civico


Foto: L'ingresso in piazza Nota