scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/09/2021

Antimafia, la Dia in azione anche in Maremma Controlli in due cantieri stradali della provincia

QN - La Nazione

GROSSETO Pubblicata dalla Dia, la Direzione Distrettuale Antimafia, la relazione semestrale sulle infiltrazioni mafiose in Toscana. Fortunatamente, da quello che è emerso dalle analisi degli investigatori, la Provincia di Grosseto non è stata per il momento toccata dalla criminalità organizzata. Il centro operativo di Firenze, nell'ottica di garantire il buon andamento e la trasparenza nel settore degli appalti pubblici, ha dedicato una particolare attenzione alla prevenzione e alla repressione delle infiltrazioni criminali nell'economia. Dall'esame dell'attività svolta e dall'esame dei provedimenti antimafia interdittivi adottati nel periodo in questione, sono emersi legami di alcune imprese, che operano nel settore economico, con la criminalità organizzata campana, siciliana e calabrese. Ed è proprio per questo motivo che, per svolgere al meglio l'attività di prevenzione del rischio di infiltrazione mafiosa negli appalti pubblici, la Dia ha promosso l'utilizzo, da parte delle Prefetture, dell'accesso ispettivo nei cantieri: in provincia di Grosseto sono stati effettuati due accessi in cantieri stradali proprio in Maremma, per verificare l'attività, i soggetti operanti e i contratti di imprese coinvolte nell'attività di manutenzione e rifacimento stradale nelle aree extraurbane e dalla parte settentrionale della provincia. Dei 18 provvedimenti antimafia interdittivi, però, nessuno ha riguardato la Maremma.