scarica l'app
MENU
Chiudi
08/06/2019

«Anomalie su appalti»

QN - La Nazione

PIAZZALE BOCCHERINI TUONA IL CENTRODESTRA
«PIAZZALE Boccherini: attendiamo che l'amministrazione chiarisca su appalto». Tornano a farsi sentire con forza i gruppi consiliari di civiche e partiti di centrodestra che, a seguito di diverse segnalazioni dei cittadini, hanno richiesto alla giunta Tambellini di chiarire sui lavori in corso davanti Porta S. Anna (nella foto) relativi alla realizzazione di rotatoria e di un sottopasso pedonale. «Sono passati diversi giorni - aggiungono i consiglieri di centrodestra - da quando abbiamo richiesto alla giunta di schiarire le nubi presenti sull'iter dell'appalto di piazzale Boccherini, ma da Palazzo Orsetti arriva un silenzio assordante. E' stata convocata anche una commissione in merito, da noi richiesta, in cui abbiamo sollevato proprio dubbi sia sotto l'aspetto del mancato rispetto del codice degli appalti, sia il sospetto su una possibile estensione dell'inquinamento delle falde della ex Lazzi, sottolineando la necessità che vengano eseguiti degli esami specifici sulle acque che si prelevano. Commissione che però non ha sciolto i nodi». I GRUPPI di opposizione sottolineano che «per le normative vigenti in materia di appalti pubblici è possibile subappaltare fino al 30% dei lavori» e chiedono quindi a gran voce all'amministrazione Tambellini «come sia possibile che a lavorare ci siano sempre state altre ditte diverse da quella che ha vinto l'appalto?». Altro fatto sollevato dai gruppi di minoranza è «quello relativo alla situazione verificatasi nel momento in cui il consigliere Minniti ha protocollato un'interrogazione per sapere spiegazioni proprio sull'iter dell'appalto. In corrispondenza di questa richiesta è improvvisamente scomparsa la cartellonistica che riportava la pubblicità delle ditte presenti sul cantiere dall'inizio dei lavori, e diverse da quella che ha vinto l'appalto. Il tempo per verificare quanto da noi già sollevato è scaduto, è l'ora che Tambellini e la giunta diano risposte a questi dubbi con dati precisi e inequivocabili». Il punto

IERI gli attivisti di Italia Nostra, Legambiente e Wwf hanno fatto un volantinaggio di fronte alla sede del convegno organizzato dal Comune, 'Un Comune a impatto zero'