scarica l'app
MENU
Chiudi
21/07/2020

Annullata dal Tar l’aggiudicazione dei servizi cimiteriali a Quarrata

Il Tirreno - M.D.

Dubbi sulla cifra indicata dal consorzio vincitore per la retribuzione del personale indicata nell'offerta giustizia amministrativa
quarrataTroppo elevato quello scostamento di 165.000 fra la cifra indicata nell'offerta risultata vincente e il costo della manodopera indicato nelle tabelle di riferimento. Una discrepanza che avrebbe dovuto indurre ad accertare quantomeno se alla base vi fosse una sottostima del personale necessario ad assicurare il servizio o una mancata applicazione dei livelli minimi di retribuzione. Fatto sta che il Tribunale amministrativo regionale ha annullato il provvedimento con cui, nell'ottobre 2019, il Comune di Quarrata aveva aggiudicato per cinque anni l'appalto per i servizi cimiteriali al Consorzio cooperative sociali per l'inclusione lavorativa. Quest'ultimo continuerà a svolgere il proprio lavoro fino a quando i dubbi sull'offerta non verranno chiariti, in un senso o nell'altro, e comunque per non più di 30 giorni dalla notifica della sentenza, pubblicata il 16 luglio.Il ricorso al Tar era stato presentato da un'altra società cooperativa sociale, la Sintesi onlus, che aveva partecipato alla procedura per l'affidamento del servizio indetta, per conto dell'amministrazione quarratina, dalla Centrale unica di committenza tra i Comuni di Montecatini e di Quarrata. Diverse le motivazioni alla base del ricorso, ma i giudici fiorentini hanno accolto quello relativo al costo della manodopera, voce che costituiva tra l'altro la principale voce dell'offerta economica. E spiegano come la Stazione appaltante non abbia proceduto alla verifica di congruità del costo del personale, «nonostante che - spiegano - fra il costo della manodopera preventivato dalla lex specialis e quello emergente dalla offerta della aggiudicataria vi fosse un rilevante scostamento pari a 165.000 euro».L'articolo 97 del codice dei contratti prevede che la stazione appaltante possa valutare la congruità di ogni offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa. «Vero è che la scelta di procedere o meno a tale verifica è ampiamente discrezionale - aggiunge il Tar - tuttavia l'omissione della stessa può essere censurata allorché a fronte di specifici e rilevanti elementi la sua mancata attivazione risulti del tutto ingiustificata. Tale situazione ricorre nel caso di specie atteso che lo scostamento del costo della manodopera evidenziato nel motivo di ricorso afferisce alla principale voce di costo dell'appalto ed è di importo significativo. Ciò avrebbe dovuto indurre il Comune di Quarrata ad accertare le cause di tale discrepanza e, in particolare, se la stessa potesse essere indice di una sottostima del costo del personale o di una mancata applicazione dei livelli retributivi minimi» nei confronti dei 5 dipendenti impegnati nel servizio.Tali dubbi dovranno essere chiariti dalla Stazione appaltante al momento della rinnovazione del procedimento per l'affidamento dei servizi cimiteriali. In attesa della quale, come detto, il Consorzio cooperative sociali per l'inclusione lavorativa continuerà ad assicurare il lavoro, ma non oltre i 30 giorni di tempo dalla notifica della sentenza di annullamento alle parti interessate.«Non vi sono astrattamente - spiega il Tar - elementi ostativi alla declaratoria di inefficacia del contratto, non configurandosi controindicazioni all'eventuale avvicendamento, da un lato, e, dall'altro, non potendo escludersi l'ipotesi che, a seguito del riscontro della incongruità del costo della manodopera, la posizione di aggiudicataria spetti alla ricorrente... Il collegio ritiene che gli effetti del contratto debbano proseguire fino alla intervenuta verifica di congruità del costo della manodopera che dovrà avvenire entro 30 giorni dalla comunicazione o notifica della presente sentenza. Con la conseguenza che il contratto diverrà inefficace solo qualora scada inutilmente il termine di cui sopra oppure la verifica abbia come esito l'accertamento della incongruità dell'offerta sotto il profilo del costo del personale». --M.D.