scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/04/2021

Anas mette in vendita le case cantoniere ma l’offerta non convince i Comuni

Eco di Bergamo - Patrik Pozzi

Beni Un bando dell'azienda punta alla trasformazione degli immobili in punti di ristoro o attività ricettive Ma i sindaci sono perplessi. Scaburri: condizioni ancora inaccettabili. Foresti: neanche se la regalassero
L'Anas, attraverso un bando pubblico, rimette un'altra volta sul mercato le sue case cantoniere per trasformarle in luoghi per l'attività ricettiva con ristorazione, bar o punti di ristoro, centri informativi e didattici, stazioni per la ricarica dei veicoli elettrici. Un tentativo fuori tempo massimo e con condizioni non vantaggiose però per i sindaci dei Comuni della Bergamasca dove questi storici edifici si trovano, ossia tutti lungo la statale 42 del «Tonale e della Mendola» e, precisamente, a Treviglio, Stezzano (quest'ultime due su un tratto della 42 da tempo di competenza della Provincia), Seriate, Castro e Spinone al Lago.

Lo scorso novembre l'Ente nazionale strade aveva già pubblicato una manifestazione di interesse proprio per testare se ci fosse qualcuno appunto interessato a prendere in gestione, a fronte del pagamento di un canone di affitto, una determinata casa e ad investirci dentro per trasformarla in un edificio di servizio al territorio. A questa iniziativa ora è seguito un bando dove chi vuole passare dalle parole ai fatti può avanzare una proposta concreta. In questo bando, però, delle cinque case cantoniere bergamasche l'Anas ha messo a disposizione solo quella di Spinone al Lago.

Interesse e affitto

«Non è certo la prima volta che lo fa - spiega il sindaco Simone Scaburri - il problema è che poi, alla fine, non si è mai riusciti ad arrivare a niente. Noi sicuramente siamo pronti a fare la nostra parte agevolando l'operazione ma, secondo quanto ci hanno già riferito alcuni possibili portatori di interesse, le condizioni poste dall'Anas sono ancora una volta inaccettabili, soprattutto in considerazione del momento che stiamo vivendo in cui, a causa dell'epidemia di coronavirus, il settore ricettivo non sta certo godendo di buona salute».

Se si esamina il bando, per la casa cantoniera di Spinone è previsto un affitto in 20 anni (durata stabilita per la concessione) di 323 mila euro da cui però va scomputata l'investimento necessario per riqualificare l'edificio quantificato in 250 mila euro.

Posizione interessante

Al bando potrebbero partecipare anche gli stessi Comuni che, però, anche se le rispettive case cantoniere venissero messe sul mercato, non sarebbero disposti a farsi avanti.

«Viste le condizioni in cui si trova, anche se ce la regalassero noi non la vorremmo - sostiene il sindaco di Castro Mariano Foresti - la sua posizione sarebbe anche interessante: si trova infatti nel Parco della gola del Tinazzo. Ma ormai è un rudere che andrebbe abbattuto più che sistemato. Oramai siamo fuori tempo massimo: eh sì che una quindicina di anni fa una famiglia si era fatta avanti per acquistarla e quindi il Comune si era interessato alla cosa. Allora però l'Anas ci aveva risposto che non era possibile perché per questo bene non era prevista la dismissione. Certo che però non venderla per lasciarla lì abbandonata non mi sembra il massimo».

Sulla stessa linea l'osservazione del sindaco di Seriate Cristian Vezzoli: «Avevo visto che la casa cantoniera nei nostri confini era stata inserita a novembre nella manifestazione di interesse - afferma - Il fatto che poi non l'abbiamo riproposta nel bando mi spinge a domandarmi che cosa allora abbiano intenzione di fare. Tempo fa il Comune si era mosso per vedere se c'era la possibilità di una concessione gratuita. Ci avevano risposto di no spiegando che per loro era un edificio strategico. Ma quale sarebbe la strategia? Tenerla lì a fare niente, come ora, e passare a tagliare l'erba due volte all'anno?».

La questione casa cantoniera sulla statale 42 a Treviglio non è invece mai stata affrontata dal Comune : «Non mi risulta alcuna comunicazione al riguardo», taglia corto l'assessore ai Lavori pubblici Basilio Mangano, a dimostrazione che non c'è particolare interesse per il bene. Per chi è invece interessato alla casa cantoniera di Spinone al Lago, il termine per presentare una proposta è mezzogiorno del 15 giugno.