scarica l'app
MENU
Chiudi
10/07/2020

Anac serve e va riscoperta La possibile modifica t…

QN - Il Giorno

Anac serve e va riscoperta La possibile modifica temporanea di alcune norme del codice degli appalti per rendere le procedure più veloci e snelle, aumenta il rischio di infiltrazioni criminali, soprattutto nelle opere di grande rilevanza economica. Per contrastarle penso dovrebbe tornare centrale il ruolo dell' Autorità Nazionale Anticorruzione, che appare invece essere andato diminuendo. Ricordo che nel caso di Expo 2015 a Milano, con pareri celeri, Anac riuscì a dipanare situazioni e tematiche delicate da un punto di vista di legalità e trasparenza e quindi svolse un ruolo importante per il rispetto del cronoprogramma della manifestazione. Roberto R., Bussero (Mi) Gli interessi della Germania Molti si illudono che la proposta caldeggiata dalla premier tedesca di un consistente piano di aiuti ai paesi membri prefiguri una svolta storica nella politica europea. Più prosaicamente si potrebbe anche sospettare, che, come per la storica e massiccia concessione di risorse finanziarie al vecchio continente da parte degli Stati Uniti dopo il secondo conflitto mondiale, anche in questo caso non si tratti solo di solidarietà, ma dell'esigenza di mantenere in vita un mercato vitale per gli interessi economici dei donatori. Senza la domanda e l'offerta dei partner europei, invero, la Germania rischierebbe un grave contraccolpo per il proprio sistema produttivo, anche per la crisi che attraversa il resto del mondo. Enrico V., Roma Inquieta il silenzio sui "nidi" privati Credo sia evidente a tutti che, soprattutto per la fascia da 0 a 6 anni, sia fondamentale anche il servizio che viene garantito da privati nell'accudimento dei piccoli. Mi pare che nel mezzo di questo grande dibattito sulla futura riapertura della scuola si sia dimenticato che per questa fascia d'età e soprattutto per il contributo dato dei privati che di fatto sopperiscono alle carenze del pubblico in termini di spazi ed elasticità di orari le idee se possibile siano ancora meno chiare che per Elementari, Medie e Superiori. Così si finisce col mettere in croce le famiglie che rischiano di non avere alternative a trovare posto nel pubblico (se lo trovano) senza considerare che si cancellano altri posti di lavoro. Sia chiaro, non difendo il "privato", ma è altrettanto vero che nel corso degli anni - come è avvenuto nella sanità - gli è stata concessa sempre più importanza. Dante P., Milano