scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/04/2021

Amt, sciolto il nodo del responsabile progetto

Corriere di Verona

Il sindaco aveva chiesto una relazione tecnico-giuridica
Giornate sempre intense per Amt. Palazzo Barbieri ha seguito da vicino le polemiche sulla nomina del Responsabile Unico del Progetto proprio del filobus, contestato dall'ex assessore comunale tosiano Alberto Benetti, che su questo tema aveva clamorosamente rifiutato la nomina nel cda dell'Azienda. Il sindaco aveva chiesto una relazione tecnico-giuridica al direttore generale, Fabio Gamba. Il cui esito conferma adesso quanto affermato dal direttore di Amt, Marchiori, sulla regolarità della scelta. Palazzo Barbieri cita l'articolo 31 del Codice degli Appalti («Le stazioni appaltanti che non sono pubbliche amministrazioni e enti pubblici individuano, secondo i propri ordinamenti, uno o più soggetti cui affidare i compiti propri del Rup»). Amt aveva deciso che il Rup dovesse essere un ingeVERONA gnere con esperienza in cantieri. Al contratto del direttore sono perciò stati detratti 60mila euro, rispetto al direttore prevedente, proprio perché non avrebbe fatto anche il Rup, e vengono risparmiati i soldi per l'assistente tecnico di cui ci sarebbe stato bisogno per seguire i cantieri. Polemica chiusa? Neanche per idea, perché Benetti torna all'attacco spiegando che quando Amt aveva assunto il nuovo direttore generale, aveva inserito, nel bando di gara, la norma per cui il direttore avrebbe potuto benissimo fare il Rup, senza compensi aggiuntivi.Intanto non si spengono le polemiche sul nuovo cda della Parcheggio Ponte Aleardi srl, nominato fino alla fine del 2023, con un costo di 43mila euro l'anno, nonostante la relazione ufficiale del Comune sugli enti dica che la società va sciolta entro quest'anno.Resta infine in sospeso la nomina del consigliere che dovrà rappresentare le minoranze nel CdA di Amt: le opposizioni hanno proposto tre nomi (Marco Mirabile per il Pd, Mauro Spada per i tosiani e Luciano Butti per traguardi) ed il sindaco deve decidere quale scegliere, con prevedibili ripercussioni politiche. L.A.