scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
31/03/2021

«Ammortizzatori l’unica soluzione per i dipendenti»

Il Gazzettino

La Coop Eurotrend replica ai sindacati: oggi un incontro
CONSELVE
«Non vogliamo lasciare a casa nessun operatore, cerchiamo soluzioni lavorative. I contatti sono ancora in corso»: è questa la posizione di Eurotrend, la cooperativa di Biella che dopodomani conclude il servizio in Riabilitazione a Conselve, mentre le 15 operatrici non hanno ancora trovato una alternativa.
LA SITUAZIONE
Francesco Montoro, presidente della società replica alle parole dei rappresentanti territoriali di Cgil, Cisl e Uil in merito alla situazione creatasi all'ospedale di Conselve. «La nostra società spiega Montoro - ha ricevuto comunicazione, da parte dell'Ulss 6 Euganea del termine dell'appalto da noi gestito e relativo al servizio socio assistenziale al centro di riabilitazione. Trattandosi di procedura di internalizzazione del servizio e non di cambio appalto a seguito di gara a evidenza pubblica, non è stato possibile avviare le procedure previste dalle norme delle cooperative che regolamentano l'assorbimento del personale da parte dell'ente che subentra al gestore uscente. Questo significa che il personale da noi attualmente impiegato in appalto è diventato un esubero. A questo punto prosegue l'imprenditore biellese abbiamo organizzato un primo incontro con le sigle sindacali e con i dirigenti dell'Ulss durante il quale è stato deciso di comune accordo di verificare la possibilità di inserire il personale alla Casa di Riposo di Casale di Scodosia, dove la nostra cooperativa gestisce alcuni servizi». Purtroppo, però, è emerso che i posti disponibili in questa struttura erano solamente quattro. «Temevamo, pertanto - aggiunge Montoro - di dover affrontare una difficile e dolorosa scelta di quali operatori inserire a Casale di Scodosia, ma così non è stato: solamente due Oss infatti hanno accettato la nostra proposta. Non disponendo di altre possibilità di impiego in zona, ci siamo visti costretti a proporre strutture lontane da Conselve, pur nella consapevolezza delle difficoltà logistiche. Ovviamente, nessun operatore ha accettato. Dal momento che in tutto il Paese vige il blocco dei licenziamenti fino alla fine del 2021, l'ultima strada da noi percorribile è quella dell'attivazione del Fondo di Integrazione Salariale per il personale che resterà senza un'occupazione». Oggi è stata indetta una nuova call-conference con i sindacati per definire la posizione del personale con l'apertura di questo ammortizzatore sociale.
Nicola Benvenuti
© RIPRODUZIONE RISERVATA