scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/05/2021

Amministrazione Gare e codice degli appalti

Il Secolo XIX

AmministrazioneGare e codicedegli appaltiDa decenni in tutto il mondo per presentare o analizzare i progetti si utilizzano i software di "Project Management" che consentono di valutarne tutti gli aspetti: obiettivi concordati, vincoli di tempo, di budget e di risorse nelle varie fasi di avvio, pianificazione, esecuzione, monitoraggio e controllo, chiusura. Questa formalizzazione, unitamente a dettagliate specifiche tecniche dei materiali e dei componenti richiesti, rendono trasparente per chi la sa analizzare criticamente la coerenza tra costi-prezzi-risorse-tempi. Ovviamente l'utilizzo di queste metodologie standardizzate e trasparenti da parte della pubblica amministrazione contrasta con l'attuale legge sugli appalti e, soprattutto, con il "massimo ribasso" che è un criterio illogico da ogni punto di vista: tecnico perché produce scarsa qualità dei lavori; economico perché obbliga ad un susseguirsi di varianti per far lievitare i costi in corso d'opera; sociale perché porta all'utilizzo spregiudicato del subappalto con la corruzione e le infiltrazioni mafiose che ne conseguono. Un governo di tecnici, orientato alla informatizzazione, non può che procedere verso l'eliminazione dell'attuale codice degli appalti, promuovendo l'assunzione da parte della pubblica amministrazione di Project Manager in grado di richiedere ai fornitori la presentazione di offerte con l'utilizzo dei software "standard de facto" e di valutarle, lavorando in team, per selezionare "l'offerta più congrua". Ricordo che in Finmeccanica, ai corsi di management, ci veniva detto si può delegare tutto ma non la funzione di controllo: questo dovrebbe essere il principio guida nella pubblica amministrazione. Per completare questo mio piccolo contributo voglio aggiungere che un progetto valutato più congruo da un team di ingegneri e di project manager pubblici non dovrebbe mai essere bloccato dai ricorsi ai TAR, ormai usati strumentalmente come sistema di concorrenza sleale: l'opera dovrebbe procedere comunque e la controversia seguire il normale iter giuridico con la contrapposizione di tecnici di analoghe competenze che avrebbero la possibilità di ragionare su dati oggettivi, standardizzati ed informatizzati.Francesco Filippini e-mail