scarica l'app
MENU
Chiudi
28/01/2021

Amianto, per la rimozione viene in aiuto la Regione

Eco di Bergamo - marco conti

Il bando Fino al 1° marzo possibile presentare le domande, solo on line Contributi fino al 50% della spesa ammissibile, pari al massimo a 15 mila euro
Un milione di euro per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto da edifici di qualsiasi destinazione d'uso situati in Lombardia. È quanto destina un nuovo bando regionale, che prevede un contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 50% della spesa ammissibile e, in ogni caso, non oltre i 15mila euro per singolo intervento. Possono presentare domanda unicamente i privati cittadini, anche associati in «Condominio» qualora sia costituito. Nei casi in cui l'edificio appartenga a più proprietari, sia in multiproprietà o di proprietà indivise, verrà assegnato un unico contributo.

Le domande vanno presentate esclusivamente online attraverso la piattaforma informativa Bandi online (www.bandi.regione.lombardia.it) entro le ore 16 del primo marzo 2021. Tra i documenti da allegare obbligatoriamente alla domanda, citiamo: ubicazione dell'edificio corredata da visura catastale completa; preventivo di spesa dettagliato, redatto da ditta specializzata o da tecnico abilitato, suddiviso in voci distinte, evidenziando in modo separato gli importi delle spese ammissibili e di quelle non ammissibili; documentazione fotografica attestante lo stato dei manufatti.

I manufatti da rimuovere dovranno essere: coperture in cemento-amianto; altri manufatti in cemento-amianto posti all'interno degli edifici quali, ad esempio, canne fumarie, tubazioni, vasche; pavimenti in vinyl-amianto; manufatti in amianto friabile.

Le opere oggetto dei lavori dovranno essere denunciate (art. 6 L.r. 17/2003) alla competente Agenzia di Tutela della Salute (Ats) prima della data di presentazione della domanda di finanziamento. Potranno essere finanziati unicamente lavori per i quali non sia stato ottenuto altro finanziamento pubblico. Sul tema la regione chiarisce che eventuali agevolazioni fiscali non sono equiparate ad un "finanziamento pubblico" e sono pertanto compatibili, con l'eccezione del caso in cui ai lavori di rimozione e smaltimento sia applicabile la detrazione del 110%, che non è compatibile con il contributo del presente bando. I lavori devono essere effettuati unicamente da ditte iscritte alla categoria 10 dell'Albo Gestori ambientali, mentre il trasporto per lo smaltimento finale in impianti autorizzati deve essere effettuato da ditte iscritte alla categoria 5. Gli interventi devono essere conclusi entro il 15 ottobre 2021.

Tutte le informazioni nella sezione Bandi del portale della regione: www.regione.lombardia.it. Informazioni specifiche tramite email: bando_amianto@regione.lombardia.it.