scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/04/2021

Altri due corsi di ‘Diver medic’ Il ‘Tritons Centre’ si fa strada

QN - La Nazione

Distretto ligure delle tecnologie
LA SPEZIA L'eccellenza spezzina applicata al mare torna a distinguersi con un'offerta di altissima valenza tecnologica, protagonista un'azienda da poco trasferita nel polo del Distretto ligure delle tecnologie marine di via Fieschi. Si tratta dell'avvio di corsi di Diver Medic, volti alla formazione di task-force ad altissima specializzazione capaci di portare soccorsi a operatori impegnati anche a grandi profondità. La punta diamante di questa specialità è la Tritons Centre, controllata da due diverse società, la spezzina BK e Drafinsub di Genova, la cui collaborazione è nata dall'appartenenza al Consorzio Tecnomar, socio di Dltm. Dopo la positiva conclusione del primo corso Diver Medic Technician, Tritons Centre apre ora le iscrizioni a due nuovi corsi Imca (l'associazione commerciale che ha lo scopo di migliorare le prestazioni nel settore degli appalti marittimi). Si tratta di una riedizione del Diver Medic Technician e il Diver MedicRenewal, entrambi realizzati in collaborazione con il partner Interdive (Uk) per il rilascio dei certificati internazionali riconosciuti da Imca. I corsi sono proposti in «modalità blended», cioè con la parte teorica online e la parte pratica in presenza. Le lezioni teoriche online sono disponibili sul sito www.tritonscentre.com, a partire dal 29 marzo. Le esercitazioni pratiche e l'esame finale si svolgeranno in presenza il 19, 20 e 21 aprile per il DiverMedic Technician, il 20 e 21 aprile per il Renewal, al Tritons Centre dia Spezia, presso il DLtm, in Via Nicolò Fieschi 18. Il modello blended - spiegano i responsabili di Tritons Centre - sembra essere particolarmente gradito agli allievi perché, oltre a minimizzare i rischi di contagio, riduce anche i costi di trasferta grazie alla sua notevole flessibilità, che consente di organizzare lo studio in base alla disponibilità di tempo individuale. L'obiettivo è quello di produrre professionalità riconosciute a livello internazionale, contribuendo alla diffusione della conoscenza e del «saper fare« nell'ambito della subacquea industriale, soprattutto in quei settori dove la professionalità è più riconosciuta e meglio retribuita, come ad esempio nell'oil&gas e nelle energie alternative. F.A. © RIPRODUZIONE RISERVATA