scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/05/2021

Altri cinque milioni di euro per aiutare i più deboli

QN - Il Resto del Carlino

Per il bando 'Emergenze' (100mila euro) c'è tempo fino a fine anno. In via di realizzazione gli interventi all'ex clinica Beretta e lo 'Student Housing' in via Bellinzona
Messo alle spalle l'annus horribilis dell'imprevedibile e imprevisto scoppio della pandemia, dunque, la Fondazione Carisbo si è già impegnata, dopo la formulazione delle Linee di Indirizzo Triennali 2021-2023 e la redazione del Documento Programmatico Previsionale 2021, sui nuovi bandi e sulle nuove azioni relative all'annata del post-Covid. Dodici mesi, questi, durante i quali il budget totale per le erogazioni corrisponderà a 12 milioni di euro, un terzo dei 36 milioni destinati allo scopo nel triennio appena iniziato, incanalando le proprie azioni sui binari dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che definiscono il programma d'azione dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile varata dalle Nazioni Unite. E per quanto riguarda, in particolare, il macro-obiettivo 'Persone', i milioni pronti per essere investiti da qui a dicembre sono 5,1 milioni di euro (42,5% delle risorse disponibili), da ripartire fra 3 bandi, 4 tra iniziative e progetti diretti, azioni trasversali e di sistema volti a tradurre in realtà le missioni prioritarie 'Sostenere l'inclusione sociale' e 'Diventare comunità'. Parlando dei bandi a tema welfare, innanzitutto, va detto che i primi due, con i 300mila euro messi sul tavolo per il bando 'Servizi alla persona' e i 600mila del bando 'Welfare di comunità e generativo', saranno accessibili solo fino al prossimo 31 maggio, mentre il rinnovato bando 'Emergenze', con i suoi 100mila euro di plafond ai quali attingere fino ad esaurimento budget e le sue procedure di accesso semplificate, resterà attivo fino al 31 dicembre. Poi, accanto ai meccanismi erogativi aperti, dietro un iter valutativo che si spingerà fino all'estate, a tutti coloro che mostrino di avere in cantiere un progetto valido, ci sono anche le iniziative di più ampio respiro, come il recupero del valore di 1 milione di euro, gestito a braccetto col Comune, della ex clinica Beretta di via XXI Aprile (nella foto), dove verranno realizzati entro il 2022 oltre 20 appartamenti da assegnare a famiglie a basso reddito. O come il progetto 'Student housing', sempre da 1 milione di euro, attraverso il quale la proprietà di via Bellinzona dei Frati Minori Cappuccini si trasformerà in uno studentato da 90 posti riservati a chi si trovi in condizioni di disagio, e come il progetto da 500mila euro denominato 'E-Care', che farà di due stabili della Fondazione ad Argelato una residenza per disabili e per nuclei familiari in difficoltà. Ultimi ma non ultimi, il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, realizzato da Acri e Governo in collaborazione con il Forum Nazionale del Terzo Settore, i contributi alla Fondazione 'Con il Sud' e il Fondo regionale per le aree in difficoltà, dal valore complessivo di 1,4 milioni di euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA