scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/04/2021

Alloggi popolari, si passa al ‘bando aperto’

QN - Il Resto del Carlino

CAVRIAGO di Francesca Chilloni Si passa al «bando aperto», cambia il sistema di assegnazione degli alloggi popolari. Il Consiglio comunale l'altra sera ha approvato all'unanimità delle modifiche al regolamento, rendendolo più flessibile in ragione delle difficoltà che le famiglie stanno incontrando a causa del lockdown con la perdita o la riduzione del lavoro. Come per le nuove agevolazioni sulla Tari, anche in questo caso non vi sono stati distinguo tra Centrosinistra, M5s e Centrodestra. I 66 appartamenti Erp (per lo più di dimensioni piccole e medie) fino ad oggi venivano assegnati attraverso un «bando chiuso». Come ha spiegato la sindaca Francesca Bedogni, in precedenza per due mesi avveniva la raccolta domande dei nuclei familiari, seguiva la formazione e la pubblicazione della graduatoria, poi per i restanti due anni venivano effettuate le assegnazioni sulla base esclusivamente delle persone che si erano inserite in graduatoria. «Con il bando chiuso, se una famiglia si trova in stato di bisogna abitativo in un momento in cui la raccolta domande non è attiva, deve aspettare la finestra successiva - ha sottolineato Bedogni - Questo meccanismo non è adatto in un momento di crisi come l'attuale». Il bando aperto prevede l'ingresso in graduatoria senza interruzione, a flusso continuo: «L'ente ogni 6 mesi aggiorna la graduatoria». La definizione dei punteggi è stata modificata dando, in alcuni casi, più peso a condizioni economiche ed oggettive che a quelle soggettive (ad esempio essere mamma single).