scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
18/03/2021

Alloggi popolari comunali tempi di attesa più brevi con il nuovo regolamento

Il Tirreno

edilizia residenziale pubblica
pistoia. Il consiglio comunale di Pistoia ha approvato all'unanimità il nuovo regolamento sulle modalità di accesso, di assegnazione e di utilizzo degli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà del Comune. Tra le novità, la possibilità di vedere ridotti i tempi di attesa per l'assegnazione per coloro che possono eseguire autonomamente gli interventi di manutenzione ordinaria, scontando poi le spese per tali lavori dal canone di locazioneIl nuovo regolamento, formato da 31 articoli, specifica il bando di assegnazione delle case e la sua pubblicazione, la formazione delle graduatorie, le modalità di assegnazione degli alloggi, i requisiti per essere ammessi al bando e come presentare le domande, le modalità di assegnazione dei punteggi, la possibilità di eseguire - a cura dell'assegnatario di una casa popolare - gli interventi di manutenzione ordinaria, scontando l'importo dei lavori sul canone di locazione. Il provvedimento è stato presentato al consiglio comunale dal vicesindaco e assessore alle politiche di inclusione sociale Anna Maria Celesti. «La legge regionale numero 2, entrata in vigore a gennaio del 2019 - ha spiegato all'inizio del suo intervento Anna Maria Celesti - impone la revisione del regolamento Erp già approvato dal consiglio comunale nel 2016. Le modifiche riguardano principalmente gli allineamenti normativi e i punti più salienti sono: un elenco dettagliato dei compiti che spettano alla commissione Mobilità e utilizzo autorizzato, che si amplia anche nella sua composizione; un sistema più snello per l'approvazione della graduatoria sulle domande di mobilità ordinaria; una revisione del peso dei punteggi attribuiti alle varie casistiche per chi presenta domanda per l'utilizzo autorizzato; e la riduzione dei tempi di attesa per l'alloggio assegnato per coloro che possono eseguire a propria cura gli interventi di manutenzione ordinaria, scontando l'importo dei lavori sul canone di locazione». La vicesindaco Celesti ha poi spiegato che «l'approvazione del testo consente di pubblicare il bando per l'assegnazione ordinaria di alloggi Erp, atteso da tempo dai cittadini: l'ultimo risale al 2017 e le assegnazione stanno proseguendo sulla base della relativa graduatoria. A questo seguirà anche il bando speciale per il conferimento in uso temporaneo degli alloggi (utilizzo autorizzato) e il bando per il cambio alloggio (mobilità ordinaria): Quest'ultimo rivolto a coloro che sono già assegnatari. In un periodo di forte pressione sociale dovuto agli effetti economici causati dalla pandemia, il bando Erp è ancora più indispensabile come possibile risposta a coloro che in questi ultimi mesi hanno subito una riduzione o un azzeramento del reddito e, conseguentemente hanno manifestato difficoltà nel pagamento del canone di locazione o delle rate di mutuo, oppure complicazioni per l'aggravarsi di una situazione di disagio abitativo già presente». Infine il vicesindaco ha ringraziato la dirigente dei servizi sociali Chiara Pierotti, le funzionarie dell'ufficio casa Valentina Pisaneschi e Gianna Scarola, il presidente e i membri della quinta commissione e gli altri consiglieri che hanno partecipato ai lavoriÈ seguito il dibattito, al quale hanno preso parte numerosi consiglieri comunali . --