scarica l'app
MENU
Chiudi
08/06/2019

Alloggi popolari, c’è il bando

Il Gazzettino

Dopo 9 anni di attesa, al via lunedì la gara per l'assegnazione di 300 case
RESIDENZA
VENEZIA Dopo 9 anni esce finalmente il bando Erp per l'assegnazione di almeno 300 case di edilizia residenziale pubblica, comunali e Ater, alle fasce meno abbienti. Chi fa la domanda dovrà scegliere se è interessato a un alloggio a Venezia centro storico e isole o nella terraferma veneziana. Il bando prevede la possibilità di partecipare solo a uno dei due ambiti territoriali. Sono previsti punteggi aggiuntivi che privilegiano i veneziani (residenti da 15 a 25 anni punti da 2 a 8; oltre i 25 anni 8 punti). «Desideriamo evitare che le case restaurate con le risorse veneziane siano assegnate a residenti di altri comuni afferma l'assessore Simone Venturini - Fosse dipeso da noi lo avremmo fatto solo per i residenti, purtroppo il bando è regionale. I punti aggiuntivi a nostra disposizione li mettiamo perciò solo a chi risiede a Venezia: a chi cioè ha pagato i restauri con i propri soldi. In tre anni abbiamo piantato i semi, reperendo 12 milioni di euro per sistemare le case e oggi possiamo assegnarle».
I NUOVI BANDI
Sono inoltre in arrivo tre bandi speciali, sottoposti ora all'approvazione regionale, per Murano (46 alloggi), Venezia (40) e Marghera (30) e nelle prossime settimane inizieranno le procedure di pubblicazione della graduatoria definitiva delle giovani coppie che hanno partecipato al bando non Erp per l'assegnazione di circa 50 alloggi. Da lunedì si potrà accedere al bando: sarà possibile compilare la modulistica online tramite Spid, il sistema unico di accesso con identità digitale ai servizi online. Chi sceglie la via tradizionale dovrà recarsi allo sportello di Piazzale Roma Sant'Andrea previo appuntamento con tutte le carte già pronte.
SINDACATO INQUILINI
Il sindacato Unione Inquilini da sempre assiste nella compilazione ed assistenza alla partecipazione di bandi e quest'anno - oltre alle normali procedure - ha deciso di aiutare gli iscritti che non hanno un computer o una connessione, o che non sono pratici, o che sono anziani, ad attivare Spid ed a compilare la domanda online. «Vi saranno molte domande, almeno 3000 afferma la segretaria dell'Unione Inquilini, Matelda Bottoni - ed abbiamo deciso di cercare di agevolare ulteriormente, nel segno dell'innovazione e delle nuove procedure, gli utenti del sindacato: non è previsto alcun costo aggiuntivo per la procedura nè per l'aiuto con Spid, per usufruire dei nostri servizi è come sempre sufficiente essere iscritti. Questo bando rispetto all'ultimo del 2010 mette in campo molto più alloggi e in tempi decisamente più brevi in quanto vi sono stati recenti e notevoli restauri e risistemazioni ed altri sono in corso per ulteriori alloggi. Siamo disponibili all'aiuto senza appuntamento nella sede di Venezia Santa Margherita 3686 (lunedì12-14, mercoledì18.30-20, venerdì 10-12)».
Daniela Ghio
© RIPRODUZIONE RISERVATA