scarica l'app
MENU
Chiudi
12/11/2020

«Alla “Espo&Cartotec” 12 licenziamenti contro le leggi in vigore»

Gazzetta di Modena

bomporto. la denuncia di FILT CGIL
«Nel sistema degli appalti di logistica si licenzia in spregio di ogni normativa a tutela del lavoro e nonostante la cassa integrazione per Covid, rinnovata e prorogata sino a fine 2020». La segnalazione è del sindacato Filt-Cgil di Modena, che annuncia subito ricorso, e riguarda il caso della ditta Maw Group che gestiva un appalto di logistica per conto della ditta Lodica srl, a sua volta in appalto alla Espo&Cartotec di Villavara di Bomporto.La vicenda comincia il 30 aprile scorso, quando le 12 lavoratrici dell'appalto (in azienda la forza lavoro è rappresentata quasi solo da donne) vengono informate, a voce, che saranno licenziate perchè «non è più richiesto il loro apporto lavorativo». Fra l'altro, spiega il sindacato Filt, «l'azienda in questione applicava loro un contratto pirata e improprio anche con livelli salariali ai limiti della sussistenza, pari a poco più di cinque euro lordi all'ora. In piena crisi per il Covid l'azienda ha deciso brutalmente di licenziarle, in dispregio del previsto blocco dei licenziamenti e della possibilità di poter fruire degli ammortizzatori sociali predisposti dai vari decreti governativi». Così, chiedendo attenzione alle autorità e alle istituzioni, commenta per il sindacato Alfonso De Gregorio: «È inaccettabile e intollerabile che a Modena, nel 2020, nel sistema della filiera di appalti e subappalti del mondo della logistica si continui a perseguire il mero scopo della massimizzazione del profitto, attraverso l'indiscriminata compressione del costo del lavoro». I ricorsi intanto sono già pronti, con il mandato allo studio legale Fiorini-Bova «per essere assistiti in questa battaglia di rivendicazione e di principio». --