scarica l'app
MENU
Chiudi
08/09/2020

ALGHERONuova protesta dei residenti per mantenere …

La Nuova Sardegna

ALGHERONuova protesta dei residenti per mantenere viva l'attenzione sulle condizioni del Ponte Serra. E anche questa volta nel mirino sono finiti sindaco e giunta di Alghero, indicati come responsabili per non avere portato a compimento gli interventi necessari per le manutenzioni e le riparazioni della struttura.E sulla vicenda - dopo le accuse - è intervenuta ieri l'amministrazione comunale annunciando più risorse e più attenzione: «Pronti 628 mila euro. Si arriva finalmente alla imminente gara d'appalto».Il sindaco Mario Conoci e gli assessori però non ci stanno a passare come responsabili delle condizioni della struttura.«Dopo le promesse di tutti gli anni passati, questa amministrazione, con il sindaco Mario Conoci e l'assessore Antonello Peru, sono gli unici che hanno affrontato il problema, dopo aver trovato le risorse per risolverlo una volta per tutte. Se le manifestazioni di oggi da parte di alcuni residenti fossero state fatte prima che la situazione del ponte precipitasse, e c'erano tutti i segnali che questo sarebbe successo, oggi il ponte sarebbe aperto».Gli amministratori sostengono di avere la coscienza a posto e ribadiscono che il problema sarà risolto: «Un problema trascurato da chi doveva occuparsene, amministratori passati ma anche qualche residente che oggi protesta proprio quando il problema si sta risolvendo, ma che ha rivolto lo sguardo altrove in passato. I disagi stanno finalmente per finire: il progetto definitivo esecutivo è pronto, dopo aver rispettato le stringenti prescrizioni della Soprintendenza, e tra pochi giorni è prevista la conferenza di servizi decisoria. Si arriva con celerità alla fase di gara d'appalto, anche questa nelle modalità più veloci previste dalla norma».Il Ponte Serra è stato tra le prime opere sulle quali l'amministrazione dice di avere posto la massima attenzione: «Abbiamo trovato solo la previsione di 100mila euro senza nemmeno la nomina di un Rup. Oggi si può contare su complessivi 628mila euro e attuare un unico intervento risolutivo. Tutto questo è stato possibile grazie agli interventi voluti dalla giunta Conoci, sia con fondi di bilancio che con risorse aggiuntive in sede di impiego dell'avanzo di amministrazione ai quali si sono aggiunti 230mila euro della giunta regionale. Un ringraziamento deve essere rivolto alla maggioranza dei residenti della zona e al presidente del Consorzio Figu Ruja per la pazienza ed il senso di responsabilità dimostrati».