scarica l'app
MENU
Chiudi
28/08/2020

ALBIGNASEGO Il comune di Albignasego in prima line…

Il Gazzettino

Obiettivo: estendere la rete fognaria in tutto il territorio
ALBIGNASEGO
Il comune di Albignasego in prima linea per mettere in sicurezza il territorio anche sul fronte idraulico. La pandemia Covid-19 ha frenato per alcuni mesi i cantieri, ma sono ormai pronti a ripartire e ad andare in gara d'appalto a fine anno i nuovi lavori che vedranno estendere ulteriormente la copertura della rete fognaria ad Albignasego. «Una copertura già ottima - ha riferito l'assessore all'Ambiente, Maurizio Falasco, dato che Albignasego, che rientra nell'agglomerato con Padova e Ponte San Nicolò, ha una percentuale di utenti allacciati dal servizio fognario pari al 96 per cento, per un totale di 177,2 chilometri di rete e quasi 11 mila utenze tra domestiche e assimilabili alle domestiche, negozi, studi medici e studi professionali, attività artigianali».
Allacciare le utenze domestiche ed aziendali alla rete fognaria risponde a precise direttive della Comunità europea e fornisce un importante contributo alla lotta all'inquinamento, in quanto limita il rilascio nell'ambiente di scarichi incontrollati e non adeguatamente depurati. «E' per questo che stiamo proseguendo con il piano di allacciamenti delle utenze alla rete fognaria» ha proseguito l'assessore Falasco, che vedrà andare in gara d'appalto a fine anno un importante cantiere, che si snoderà su due fronti: via Montegrappa e la parte terminale di via Manzoni.
In via Montegrappa l'apertura dei cantieri è prevista per la primavera dell'anno prossimo. A seguire cominceranno i lavori in via Manzoni, per un importo di 380 mila euro, interamente a carico di Acquevenete, che eseguirà le opere. Contestualmente alla realizzazione della rete fognaria, si provvederà anche a sostituire la vecchia condotta idrica. «Successivamente - ha concluso l'assessore - si andrà a realizzare la fognatura in via Santo Stefano, sia verso via Mascagni che verso Carpanedo, e in via Paganini, al fine di andare incontro e garantire un servizio impeccabile a tutta la collettività».
L'importo complessivo di tutti questi lavori, compresa la realizzazione della sostituzione della rete idrica acquedotto, ammonta a un milione e mezzo di euro, interamente a carico di Acquevenete. In precedenza, tra il 2016 e il 2018, era stato investito un altro milione e 40 mila euro per interventi fognari nelle vie San Tommaso, Foscolo, Tasso, Marconi, San Bellino e per il collegamento della zona industriale.
C. Arc.
© RIPRODUZIONE RISERVATA