scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
23/09/2021

” Alberi e bike sharing una cabina di regia per la svolta green”

La Repubblica - Antonello Cassano

Antonio Decaro, presidente dell'Anci
bari - Più che «un assessorato ai cambiamenti climatici, la vera necessità è una regia unica nazionale in grado di coordinare gli interventi per il contrasto all'emergenza in tutte le città», senza costringere i sindaci a rincorrere i bandi. È quello che Antonio Decaro, presidente nazionale di Anci e sindaco di Bari, chiede al governo per migliorare la sinergia fra i Comuni e il governo.
Avete le armi spuntate contro questi cambiamenti epocali? «I Comuni adesso hanno le risorse del Pnrr che permettono di intervenire. E hanno già chiara una pianificazione di contrasto ai cambiamenti climatici. Il premier Draghi e il governo sanno di poter contare sugli unici che davvero, città per città, possono dare concreta attuazione ai progetti per far ripartire l'Italia. Insomma, i sindaci sono il braccio operativo del Pnrr e della transizione ecologica. Ma c'è un problema». Quale? «Visto che adesso ci sono le risorse, sarebbe il caso di istituire anche una cabina di regia unica nazionale. Così come abbiamo un unico assessorato che si occupa di questi temi in ogni città, servirebbe un unico centro decisionale che dia il via libera sulla spesa delle risorse del Pnrr destinate ai Comuni». In questo modo quali interventi si potrebbero realizzare più velocemente? «Beh, penso a misure come il greening urbano: si è visto che realizzare ai bordi delle strade delle alberature permette di fare scendere la temperatura di quella strada. Poi c'è il tema della mobilità sostenibile.
Penso ai monopattini, agli autobus a transito rapido, ma anche al bike sharing. A questo si aggiunge il tema delle riqualificazioni, per togliere superfici impermeabili e sostituirle con quelle permeabili».
Non è il caso di istituire un assessorato sui cambiamenti climatici in ogni città, come già fatto ad Atene, Parigi e Città del Messico? «Noi, in realtà, già ce lo abbiamo, è l'assessorato all'Ambiente che in ogni città si occupa del contrasto ai cambiamenti climatici. Perché chi si occupa di ambiente si occupa anche di economia sostenibile e di gestione dei rifiuti. Quello che manca, lo ripeto, è un centro decisionale nazionale che tenga insieme tutte le richieste delle grandi città con un unico finanziamento. Si potrebbero dare direttamente le risorse ai Comuni, piuttosto che costringere le amministrazioni a partecipare a tanti bandi, per non parlare dei problemi nel reperire il personale in grado di parteciparvi, a questi bandi».

Foto: Sindaco di Bari Il dem Antonio Decaro è sindaco di Bari dal 2014 e presidente dell'Anci dal 2016