scarica l'app
MENU
Chiudi
05/11/2020

Al via il nuovo progetto su vita, telelavoro flessibilità e benessere

Gazzetta di Reggio - l.s.

oltre la pandemia Appalti, Signorelli reintegrata nel pieno delle sue funzioni dopo l'inchiesta
REGGIO EMILIA Uscita dall'inchiesta. E ora reintegrata pienamente nel suo incarico, con l'aggiunta di una nuova funzione. È quanto stabilito da una determina dirigenziale dei giorni scorsi, a firma del dirigente comunale, Alberto Prampolini, nei confronti di Silvia Signorelli, responsabile dell'Unità organizzativa complessa Acquisiti, appalti e contratti, inizialmente indagata nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte irregolarità negli appalti del Comune, dalla quale è uscita lo scorso 15 settembre, quando il suo nome non è stato più presente nel fine indagini della Procura. Durante la fase delle indagini, varando una rotazione straordinaria, dal giugno 2019 l'amministrazione aveva disposto nei confronti della Signorelli un cambio di mansione. Ora, invece, tornerà nel suo ufficio, dove potrà svolgere di nuovo tutte le sue mansioni. «La figura della Dott.ssa Silvia Signorelli non compare tra i 26 indagati a cui è stato notificato l'atto di fine indagine e il conseguente sviluppo del procedimento penale», si legge nella determina di reintegro. Di qui la revoca di tutti quei provvedimenti amministrativi con i quali le erano state tolte a suo tempo alcune mansioni, ripristinando così la totalità delle sue funzioni. Fra i suoi compiti, le richieste di verifica antimafia alle imprese e ai loro subappaltatori e di verifica delle corrispondenti iscrizioni in "White List". Nuova delega nell'ambito del cosiddetto Rasa, ovvero la gestione della fase dei controlli del Codice appalti anche tramite il sistema messo a punto dall'Anac con la tenuta di una banca dati degli operatori controllati, che contiene i tempi di validità dei controlli. Nei giorni scorsi, per i quattro dirigenti ancora coinvolti nelle indagini della Procura, il Comune aveva stabilito l'estromissione per un periodo che va da sei mesi a un anno dalle Commissioni incaricate di decidere su appalti, incarichi, sovvenzioni e in generale sull'attribuzione di qualunque tipo di vantaggio economico. --© RIPRODUZIONE RISERVATA