scarica l'app
MENU
Chiudi
31/07/2020

Al sindacoi poteri di commissario per accelerare sull’ edilizia scolastica

Gazzetta del Sud

La Città Metropolitana cogliel' opportunità per snellirel' iter degli appalti
Sul tappeto oltre 50 milioni di euroe circa 30 interventi
Eleonora Delfino I poteri di commissario straordinario per derogare ai vincoli del codice degli appaltie far procedere più speditamente gli interventi. La svolta per l'edilizia scolastica potrebbe passare dalle nuove disposizioni adottate dal Governo per superare l'emergenza in vista del nuovo anno scolastico. Una possibilità che la Città Metropolitana tra le prime in Italia ha colto, opportunità che consente di accelerare gli iter di decinee decine di opere. Fino al 31 dicembre di quest' anno il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà affiancato dallo staff del settore Edilizia scolastica, guidato dal dirigente Giuseppe Mezzatesta, potrà operare superandoi rigidi paletti che il codice degli appalti prevede. Occasione che consente di programmaree avviare cantieri. Ma occorre fare presto.E per concentrare gli sforzie le risorse (quelle umane al contrario di quelle finanziarie scarseggiano,l' Ente conta un organico ridotto all' osso), si costituirà un gruppo di lavoro. E la mole di interventie opere richiede uno sforzo straordinario, per tutto il mese di agosto si lavoreràa ritmi serrati affinché gli 50 milioni di euro di risorse si trasformino in interventi strutturali, in manutenzioni straordinarie per 30 interventi (di questi nove previsti per le palestree il resto peri diversi istituti superiori del territorio proLa Città MetropolitanaL' Ente impegnato sul fronte dell' edilizia scolastica vinciale). Attraverso il combinato disposto delle norme perl' emergenza, le semplificazioni per gli appalti di operee servizi riguarderanno: termini di presentazione delle domandee procedure semplificate per sottosoglia; esecuzione anticipata; ricorso alla procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando; modifiche dei contratti durante il periodo di efficacia; risoluzione del contratto; incarichi di progettazionee connessi; progettazione; rup, inversione procediment ale. Si snelliscono gli iter burocratici che spesso tengono ostaggio le amministrazioni pubblichee di conseguenza operee cantieri. Con il rischio di vedere sfumarea causa del tempo le opportunità. Cosa che il territorio non può permettersi. L' imperativoè fare presto, per un primo pacchetto di interventi infattii termini di scadenza sono risicati, si parla del 31 ottobre. Ma l' amministrazione siè già mossa per chiedere al Ministero una proroga. Non solo se si riuscissea rientrare nella tabella di marcia sul tappeto ci sono le risorse aggiuntive della premialità. Un altra cascata di milioni di euro necessaria per restituire sicurezzae decoro agli edifici scolastici. Un percorso chel' Ente ha avviato da tempo riuscendo ad attingerea finanziamenti di carattere regionale, ministeriale ed europeo. Del resto lo stato di partenza era quello di un settore in cui per decenni piuttosto che occuparsi delle strutture si preferiva procede coni fitti passivi, con il doppio danno di supportare spese notevolie di far frequentare agli studenti appartamenti adattati ad aule scolastiche. Mal'i nversione della rottaè iniziato. Si inizianoa raccoglierei primi frutti delle scelte messe in campo già dalla" ve cchia"P rovincia. E mai come quest' anno si guarda con apprensione all' inizio delle lezioni. Per questol' Ente ha destinato un milione di euro del proprio bilancio per consentire agli istituti di individuare nuovi spazi. Aule con cui rivedere all' insegna del distanziamento la programmazione delle attività scolastiche. Non solo siè già presentata istanza al Ministero affinché si possa attingere proprio alla luce dell' emergenzaa nuovi canali di finanziament o.

Foto: L' Ente destina circa un milionee mezzo di euro di risorse per reperire nuove aule perl' inizio dell' anno