scarica l'app
MENU
Chiudi
03/10/2019

Aiuti per pagare l’affitto ecco il bando del Comune Budget di 50.000 euro

Il Tirreno - F.T.M.S.

santa croce
SANTA CROCE. Santa Croce mette sul piatto 50.000 euro per aiutare chi ha un Ise basso e deve pagare l'affitto: è infatti già aperto il bando per candidarsi al contributo che l'amministrazione - grazie a risorse proprie e della Regione Toscana - fornirà alle persone e alle famiglie coi requisiti giusti.Ma come funziona? Il bando si rivolge a due fasce Ise (indicatore di situazione economica) differenti e in base a queste dà un contributo (integrativo del canone di locazione) più o meno alto. L'ise è un parametro specifico nel caso di assegnazione di contributi. Per chi lo ha fino a 13.338,26 euro, il contributo può raggiungere al massimo 3.100 euro; per chi, invece, ha un Ise compreso tra i 13.338 euro e 28.684.36 euro, la somma massima è più bassa, pari a 2.350 euro. Entrambe le fasce (e i conseguenti contributi) fanno riferimento al canone di affitto di quest'anno. Il bando è aperto anche a chi ha Ise pari a zero, ma è necessario documentare l'assistenza da parte dei servizi sociali e le relative fonti di sostentamento (per pagare l'affitto). Oltre ai requisiti economici, i richiedenti devono essere residenti a Santa Croce sull'Arno e non essere proprietari o usufruttuari di un appartamento nel raggio di 50 chilometri dal comune di residenza (questo criterio si applica a tutti i membri del nucleo familiare se a chiedere il contributo è una famiglia). Lo stesso discorso vale per il patrimonio immobiliare del richiedente, che non deve superare i 25.000 euro. La documentazione (documenti d'identità, prove del pagamento del canone d'affitto, indicatori di reddito) deve essere presentata all'Ufficio protocollo del Comune entro le 13 dell'11 ottobre. I moduli e il bando sono scaricabili dal sito dell'ente o si possono trovare in municipio (piazza del Popolo,8). Una volta chiuso il bando gli uffici comunali stileranno le due graduatorie, che non daranno automaticamente diritto al contributo. Questo perché le risorse a disposizione (50.000 euro per questo territorio) possono esaurirsi prima di soddisfare tutti gli aventi diritto. --M.S.