scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/06/2021

Aiuti alle imprese Arrivano Tari ridotta e platea allargata

La Nuova Ferrara - Beatrice Barberini

Il Comune annuncia nuove misure in favore dell'economia Maccaferri: negoziamo con Sipro altro bando da un milione la ripartenza
CENTO. «A partire dalle prossime settimane, assieme alla modifica del regolamento Tari, volta a recepire le novità legislative nazionali, delibereremo un ulteriore contributo di circa 500mila euro per l'abbattimento della Tari 2021 per le utenze non domestiche e siamo in fase di negoziazione avanzata con Sipro per poter lanciare un nuovo bando da 1 milione per altri contributi alle imprese, per aiutare anche categorie che hanno subito flessioni di fatturato e sin qui non rientrate nel novero degli aiuti comunali, come ad esempio professionisti e artigiani».L'assessore Simone Maccaferri annuncia i prossimi passi che il Comune farà per sostenere le imprese centesi e le attività commerciali in difficoltà a causa delle chiusure imposte dalla pandemia. Un'altra tranche di aiuti, che arrivano al termine della fase istruttoria del secondo bando.IL SOSTEGNO«Abbiamo stanziato - prosegue Maccaferri - oltre 300mila euro per il sostegno alle attività economiche del territorio con vari bandi, per la ripartenza dopo il lockdown del 2020 e la ripresa dopo chiusure e restrizioni dell'autunno-inverno 2021. Una cifra sostanziosa che ha potuto aiutare circa 400 aziende di Cento e frazioni, erogata in tempi molto rapidi sin durante il lockdown grazie al prezioso lavoro svolto dallo Suap del Comune».Andando a sommare «l'esenzione 2020 e 2021 del pagamento dell'occupazione del suolo pubblico per pubblici esercizi e commercio ambulante, l'abbattimento della Tari 2020 già deliberato dalla giunta e questo ultimo intervento, gli aiuti del Comune alle imprese del proprio territorio superano i 600mila euro». I due bandiNel periodo maggio-luglio 2020 con il primo bando interno sono stati liquidati 160.625 euro a 257 imprese. In dicembre poi il Comune ha aderito al bando provinciale della Camera di Commercio e assegnato alla stessa 20mila euro quale integrazione a fondi propri dedicati alla ripartenza post pandemia: dai dati al 16 giugno, la Camera di Commercio ha liquidato contributi pari a 63.142 euro complessivi in favore di 23 ditte centesi. Con il secondo bando nei mesi di gennaio-marzo di quest'anno, in collaborazione tra Suap e Camera di commercio, sono state presentate 92 domande, e ammesse 63 beneficiate dal contributo per 48.800 euro complessivi. L'indennità una tantum è corrisposta a fondo perduto, da un minimo di 600 euro ad un massimo di 2mila euro, in base al codice Ateco di attività svolta. In particolare, le tipologie di attività che hanno beneficiato del bando sono: trasporto mediante noleggio di autovetture da rimesse con conducente; ristorazione con somministrazione; gelaterie e pasticcerie; bar ed esercizi simili senza cucina; sale cinematografiche; organizzazione di convegni e fiere; gestori di piscine; alberghi, affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence; noleggio strutture manifestazioni e spettacoli; agriturismi. Nei mesi di aprile e maggio, un altro bando in collaborazione tra Suap e Camera di Commercio conclusosi il 21 maggio, per il quale erano disponibili 81.200 euro residui del bando precedente. Ora sono in liquidazione 44 domande per un totale di 51mila euro mentre solo 5 sono ancora in verifica per 6.600 euro. Complessivamente 49 domande in liquidazione su un totale di 63 domande presentate. ATTIVITÀ E DOMANDEQueste le tipologie di attività coinvolte nel secondo bando: trasporto passeggeri Nca; lavanderie industriali; trasporto merci su strada; cinema, produzione video e programmi televisivi; ristorazione da asporto; edizione di libri; gestione palestre; organizzazione convegni e fiere; pubblicità. In conclusione, tra il 2020 e il 2021 il Comune ha stanziato per le attività centesi in difficoltà un totale di 310.625 euro dei quali sono già stati liquidati 268.755 euro. Le domande presentate in tutto sono state 508, mentre le domande ammesse sono state 392, di cui 257 gestite solo dallo Suap, 112 da Camera di Commercio e Suap, 23 solo esclusiavamente dalla Camera. --Beatrice Barberini© RIPRODUZIONE RISERVATA