scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
26/01/2021

Aiuti alle imprese, 64 domande depositate in cinquanta giorni

Messaggero Veneto - Donatella Schettini

Il bando lanciato dall'amministrazione prevede il sostegno di mille euro a attività Ha meno successo l'iniziativa "Compra in città": a gennaio solo cinque le richieste porcia
Donatella Schettini / porciaDal 1o dicembre al 21gennaio sono state 64 le domande depositate in municipio per poter accedere agli aiuti stabiliti dall'amministrazione comunale a sostegno delle imprese e professionisti del territorio. Ne sono già state liquidate 29. A disposizione ci sono 90 mila euro per la misura, licenziata dal consiglio comunale del 30 novembre, riservata alle imprese e ai professionisti con sede operativa nel comune di Porcia. Una previsione voluta per mitigare le conseguenze dovute alla emergenza Covid-19. Il bando che era stato approvato dall'amministrazione comunale prevede un contributo di mille euro a impresa e professionisti, a fondo perduto e fino a esaurimento dei fondi a disposizione. Interessate dall'iniziativa sono le imprese operanti nel settore del commercio, dei pubblici esercizi, dei pubblici servizi, del turismo e dei servizi alla persona, delle attività produttive-commerciali, di somministrazione di alimenti e bevande, artigianali, turistiche e di servizi aventi sede operativa nel comune di Porcia. Devono essere operative alla data del 23 febbraio scorso e avere la sede legale e/o operativa in città. Il bando indica poi una serie di requisiti tra cui l'essere in regola con il versamenti comunali dovuti al 31 dicembre dello scorso anno. Le domande ritenute valide e ammissibile sono evase nella modalità "a sportello", secondo l'ordine cronologico determinato dal numero progressivo di protocollo. Domande da presentare con una mail di posta elettronica certificata. Contributo previsto di mille euro. «Dalla data del 1o dicembre - afferma l'amministrazione comunale - fino al 21 gennaio sono giunte al protocollo 64 istanze». È stata avviata l'istruttoria e 5 sono già state liquidate nelle scorse settimane, e per altre 24 è stata disposta venerdì. «L'amministrazione - prosegue - ha ritenuto opportuno, visto il momento di difficoltà congiunturale, di provvedere quanto prima alla liquidazione delle domande per le quali venga confermata la sussistenza di tutti i requisiti».Ventinove le domande liquidate, per una spesa di 29 mila euro. Per le altre le verifiche degli uffici sono in corso. Sono state liquidate anche altre sei istanze da parte di commercianti e professionisti dell'iniziativa "Compra a Porcia". La misura era stata prevista per commercianti e liberi professionisti: possono applicare uno sconto del 10 per cento, che viene rimborsato dal Comune. A gennaio sono arrivate altre 5 domande di integrazione del corrispettivo di vendita e per tutte è stata verificata la sussistenza dei requisiti con un rimborso di 1.072 euro. Sinora sono stati erogati per questa misura 20.811 euro. -© RIPRODUZIONE RISERVATA