scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
21/11/2020

Aiuti alla cultura, dal Comune 300 mila euro “Anche per il web”

La Repubblica - Gennaro Totorizzo

Il bando
Un sostegno per uno fra i settori più colpiti dall'emergenza sanitaria. Il Comune di Bari ha prorogato la scadenza del bando per la concessione dei contributi alle imprese e associazioni culturali baresi per il 2020. Le domande potranno ora essere presentate fino alle 12 del 30 novembre. E c'è una novità: potrà partecipare anche chi, a partire dal 10 novembre (data di pubblicazione dell'avviso) e sino al 31 dicembre, ha organizzato eventi in streaming, o comunque da remoto, a causa delle limitazioni imposte dal Governo per fronteggiare l'emergenza. «Il compito di un'amministrazione è anche quello di tutelare il lavoro degli operatori culturali e garantirlo in ogni sua forma - spiega l'assessora comunale alle Culture Ines Pierucci - L'amministrazione continuerà a essere al fianco dei lavoratori e della comunità con gli strumenti e le possibilità che le competono. Per quest'anno così particolare - aggiunge - è stato necessario allargare lo sguardo predisponendo un bando diffuso anche in rete per permettere agli operatori di non interrompere del tutto le proprie attività».
Al bando possono partecipare gli iscritti all'albo degli operatori culturali e di spettacolo del Comune di Bari, aggiornato al 2020. Sono escluse, però, le imprese e associazioni che quest'anno beneficiano di un altro contributo comunale, concesso ai sensi del Regolamento per l'erogazione dei contributi per attività culturali e di spettacolo, e anche i progetti che hanno ricevuto il contributo per le "Arene culturali", che hanno animato diversi luoghi cittadini la scorsa estate. Le domande devono essere inviate attraverso la Pec, con oggetto "Domanda di assegnazione contributi per attività culturali e di spettacolo anno 2020", all'indirizzo cultura.comunebari@pec.rupar.puglia.it.
Inoltre, chi ha già presentato la domanda entro il 19 novembre, potrà apportare integrazioni o modifiche all'istanza già inviata, sempre entro il 30 novembre.
Per il bando, sono disponibili in totale 300 mila euro: prima una commissione valuterà i progetti pervenuti, e poi sarà stilata una graduatoria. Saranno ammessi solo i progetti che avranno superato i 60 punti complessivi, dei quali minimo 15 punti per il livello di qualità delle attività culturali proposte e minimo 10 punti per la dimensione quantitativa. «Stiamo continuando, nel frattempo, a dialogare con il governo nazionale per individuare soluzioni soddisfacenti per i lavoratori dello spettacolo, tra le categorie più colpite dalle restrizioni di questa emergenza sanitaria», conclude l'assessora.

Foto: kInes Pierucci Titolare dell'assessorato alle Culture del Comune di Bari, ha allungato i tempi del bando per i contributi