MENU
Chiudi
04/08/2018

AI CIOMPI ADDIO PULCI È L’ORA DEI LIBRI

La Repubblica - Valeria Strambi

IN PRIMO PIANO
Pronunciato l'addio definitivo al mercatino delle pulci e dato il benvenuto al nuovo giardino, piazza dei Ciompi si prepara a diventare teatro di un'esposizione dedicata a libri e fiori alla quale parteciperanno imprese provenienti da tutte le zone della città. pagina IV Cinque mosse per salvare le librerie indipendenti. E per far tornare alle persone la voglia di appassionarsi alla lettura. Palazzo Vecchio arriva in soccorso di un settore da anni in forte difficoltà e mette in campo una serie di ricette per combattere la crisi. A cominciare da una grande fiera del libro che, una volta al mese, andrà in scena nella rinnovata piazza dei Ciompi. Pronunciato l'addio definitivo al mercatino delle pulci e dato il benvenuto al nuovo giardino, la piazza si prepara così a diventare teatro di un'esposizione dedicata a libri e fiori alla quale parteciperanno imprese provenienti da tutte le zone della città.
La fiera, organizzata da Confartigianato Firenze con il contributo dell'amministrazione comunale, si terrà, per il momento in via sperimentale, ogni terzo sabato del mese: il 15 settembre, il 20 ottobre, il 17 novembre e il 15 dicembre. Ma non finisce qui: il sostegno di Palazzo Vecchio consisterà anche in una serie di altre azioni e agevolazioni. Quando ci sarà bisogno di acquistare libri per le proprie biblioteche, ad esempio, il Comune promuoverà la partecipazione delle librerie indipendenti ai bandi di gara, pur nel rispetto della normativa sugli appalti. Le librerie, inoltre, d'ora in avanti potranno occupare il suolo pubblico all'esterno del negozio per esporre libri (come già avviene per fiori e ortofrutta). E non solo: avranno il via libera per vendere direttamente i testi presentati nelle biblioteche e in tutte le altre sedi che fanno riferimento al Comune. Un ulteriore aiuto consisterà poi nell'esenzione dal pagamento del suolo pubblico per le fiere promozionali e per le manifestazioni straordinarie di libri e fiori a partire dal prossimo esercizio finanziario. Tutte misure che andranno ad aggiungersi agli sgravi Imu del 30% già previsti per le librerie. Molte di queste novità sono anche l'esito di un confronto serrato tra amministrazione e titolari delle attività commerciali, che hanno appunto lanciato una serie di proposte per far tornare a vivere i propri negozi.
«È un intervento importante perché riguarda un settore fondamentale come quello dell'editoria che ha bisogno di sostegno in un momento di crisi e cambiamento, legato anche all'aumento delle vendite online - spiega l'assessora allo sviluppo economico, Cecilia Del Re - Con questo pacchetto vogliamo promuovere le librerie indipendenti, non solo come attività economiche, ma anche come presidi sociali del territorio. Per questo, alle agevolazioni Imu già previste, abbiamo affiancato una serie di misure innovative come la fiera mensile sperimentale in piazza dei Ciompi, che risponde alle richieste dei cittadini della zona per un'offerta di tipo non alimentare».

Foto: Tutta nuova Ecco il nuovo look di piazza dei Ciompi

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore