scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/02/2021

Aggiudicati i lavori per l’ex Gil Ospiterà polstrada e commissariato

QN - Il Resto del Carlino

MIRANDOLA A primavera iniziano i lavori per la ristrutturazione post sisma dell'ex Gil, la procedura per l'assegnazione dei lavori si è finalmente conclusa. «Siamo soddisfatti, è un nuovo traguardo sulla via del recupero e della riqualificazione di un altro degli edifici simbolo di Mirandola, futura nuova sede del Commissariato di Polizia e della Polstrada» dichiara il sindaco Alberto Greco. Ad aggiudicarsi l'appalto per i lavori di recupero del fabbricato demaniale, denominato ex casa del fascio 'ex Gil' è stato un Raggruppamento Temporaneo di Imprese costituito dalla ditta Moletta Gino e da Tecnoimpianti Obrelli srl (Tn), che con un ribasso del 8% sulla base d'asta e il miglior punteggio nell'offerta tecnica (83,52/100) ha presentato l'offerta economicamente più vantaggiosa, per un importo complessivo di 2.847.774,51 milioni (+Iva). L'importo, finanziato per la maggior parte dalla Regione e per il rimanente dal Ministero dell'Interno, è destinato alla realizzazione del primo stralcio dei lavori, che consentiranno di utilizzare la struttura già al termine dell'appalto, che prevede un cronoprogramma di 18 mesi. Prima di definire i tempi di consegna del cantiere si procederà con i controlli previsti per legge all'azienda aggiudicataria, oltre alla stipula del contratto. «E' stato un percorso lungo e tortuoso, che rappresenta però un tassello fondamentale nell'iter di ri-funzionalizzazione e restituzione alla città di un edificio storico, strategico per dimensione e posizione, sottratto all'uso da oltre 17 anni» dichiara la vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici e Ricostruzione, architetto Letizia Budri. «Come per ogni edificio vincolato, da un lato c'è l'obiettivo della tutela e della salvaguardia dell'originalità del bene, dall'altro la necessità imprescindibile di rendere quel luogo sicuro, anche in vista della sua destinazione d'uso. A causa del sisma l'edificio ha riportato danni significativi e da allora, al fine di un suo effettivo e proficuo recupero, è stato attivato un Protocollo d'Intesa siglato fra Comune, Demanio, Ministero e Commissariato». v.b.