MENU
Chiudi
02/10/2018

Aeroporto, i sindaci scrivono a ministro ed Enac

QN - La Nazione

CAMPO NELL'ELBA I PRIMI CITTADINI: «CONTINUITÀ TERRITORIALE VITALE»
«COME primi cittadini consideriamo la continuità territoriale strumento essenziale e vitale per l'intera comunità che rappresentiamo. Per questo ci appelliamo perché venga deliberato l'incremento dello stanziamento a favore di essa per vedere riconosciuto all'Elba il diritto ad una 'normalità' che, in assenza di interventi legislativi ad hoc, rimane una chimera». E' quanto scrivono al ministro dei trasporti Toninelli e all'Enac i sindaci alla vigilia del cda dell'ente che oggi dovrà pronunciarsi sull'eventuale aumento dell'importo degli oneri di servizio pubblici per rendere appetibile il bando per l'assegnazione del servizio. «L'Elba - aggiungono i 7 primi cittadini - dal 2014 al 2017 ha beneficiato del programma di continuità territoriale verso Pisa, Firenze e Linate con un positivo riscontro e numeri crescenti. Il servizio si è rivelato di enorme importanza per studenti, pendolari e chi doveva sottoporsi a visite mediche. Il collegamento aereo è stata l'unica alternativa possibile con la terra ferma nelle giornate di mare agitato ed ha rappresentato un importante valore aggiunto anche per il turismo». I sindaci spiegano perché l'aumento degli oneri di servizio pubblico è fondamentale. «Il programma terminato nell'ottobre 2017 - dicono ancora - è stato rifinanziato con le stesse cifre. L'incremento del costo del carburante e la rivalutazione del dollaro hanno fatto sì che nessuna compagnia aerea abbia presentato offerta ed il bando è andato deserto. Per questo motivo la regione, su richiesta di Alatoscana, già a maggio 2018, ha chiesto ad Enac un incremento dello stanziamento di 250.000 euro annui. Senza sarà praticamente inutile un altro bando».

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore