MENU
Chiudi
11/10/2018

Aeroporto di Tassignano Il destino è appeso alla sentenza di domani

Il Tirreno - Nicola Nucci

La corte di Appello deve decidere sul ricorso del Comune che chiede di cancellare il fallimento decretato un anno fa partecipate
Nicola Nucci / CAPANNORIProve di volo per l'aeroporto. Domani si deciderà il futuro dello scalo di Capannori. A Firenze andrà in scena (a meno di un rinvio) l'udienza alla corte d'appello per decidere sul ricorso presentato dal Comune contro la sentenza del tribunale di Lucca, che aveva respinto la richiesta di concordato, decretando di fatto il fallimento della società di gestione.Che cosa succederà? Se i giudici di Firenze dovessero accogliere il ricorso sarebbe una svolta per l'aeroporto di Tassignano inaugurato nel 1932 come campo d'aviazione. Un "ribaltone" che rilancerebbe la volontà del Comune, ovvero del socio pubblico che detiene il 90%, di dismettere le quote cedendo la maggioranza al privato e mantenendo soltanto un ruolo di indirizzo strategico. L'amministrazione comunale difende il piano di sviluppo dell'aeroporto elaborato insieme alla Sigma Ingegneria, a cui il 29 luglio il Comune aveva ceduto il 51% delle quote della "Aeroporto Capannori" per rilanciare lo scalo aeroportuale. Tutto questo però prima che il piano di sviluppo venisse "bocciato" dai giudici del tribunale di Lucca e che prevedeva lo stanziamento di 600mila euro per liquidare i creditori e intraprendere una strada di graduale disimpegno. Da capire però quali saranno anche le intenzioni del socio privato. Va da sé che una sentenza sfavorevole avrebbe conseguenze negative sul futuro dello scalo (con il rischio di perdere anche la concessione ventennale dell'Enac) la cui gestione sarebbe affidata a un bando europeo indetto da Enac. Un bando al quale, secondo indiscrezioni, sarebbe pronto a partecipare anche l'Aereo Club Lucca, pronto a investire nell'aeroporto di Capannori. Intanto lo scalo va avanti: da un anno è in esercizio provvisorio e in mano ad un commissario, dopo l'autorizzazione del giudice fallimentare all'assegnazione provvisoria dello scalo. Il curatore provvede anche al pagamento degli stipendi dei dipendenti dell'aerostazione dove sono in funzione le attività aeroportuali di base, ovvero i voli, la manutenzione della pista, la trasmissione radio e il servizio antincendio e protezione civile. --

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore