MENU
Chiudi
14/09/2018

Aerdorica, il giudice decide sul piano Fallisce Air Vallée

Corriere Adriatico

L'ODISSEA
ANCONA A quasi due anni dall'istanza di fallimento avanzata dalla Procura di Ancona, Aerdorica ha affrontato ieri l'ultima udienza di fronte al collegio di giudici, presieduto per la prima volta dal presidente della sezione fallimentare, Filippo Mazzagreco, subentrato al giudice Francesca Miconi, nel frattempo trasferita al tribunale di Rimini. Il collegio si è riservato la decisione per qualche giorno, ma i pronostici ipotizzano un lieto fine, che vedrebbe la società gestore del Sanzio agganciare l'ammissione all'assemblea dei creditori.
L'annuncio choc
Tuttavia nel mentre, complice anche il dilatarsi dei tempi, si iniziano a perdere pezzi per strada: l'11 settembre è fallita la compagnia aerea Air Vallee, uno dei tre gruppi privati che avevano depositato le offerte vincolanti per l'acquisizione delle quote di maggioranza lo scorso giugno. Ma andiamo per gradi.
L'ultima udienza
Intanto, le buone notizie. Secondo il commissario giudiziale Camillo Catana, per avere il verdetto dal Tribunale fallimentare «non sarà necessario più di qualche giorno, essendo la pratica molto istruita». Sull'esito - sospeso tra ammissione al concordato e fallimento - l'impressione espressa dal legale che rappresenta Aerdorica, Paolo Ronconi, è «fondatamente positiva e favorevole: la pratica è corredata da studi di professionisti e pareri legali importanti. Che l'aeroporto sia strategico per le Marche è incontrovertibile: deve funzionare e bene, e lo dico da cittadino, non da avvocato». L'udienza di ieri, ha spiegato Catana, era «di rito», un adempimento normativo dell'iter per l'ammissione al concordato, durante il quale l'amministratore unico di Aerdorica, Federica Massei - affiancata dai legali Ronconi e Paolo Pietroni, e dall'advisor finanziario della società, Alessandro Baioni ha presentato le integrazioni alla domanda di ammissione, fornendo alcuni chiarimenti tecnici richiesti dai giudici e definiti dal commissario giudiziale «affinature classiche di questa fase». Se il Tribunale decretasse l'ammissione al concordato, il prossimo step sarebbe l'adunanza dei creditori, che dovranno mettere ai voti la proposta di concordato. Presente all'udienza anche il Pm Paolo Gubinelli, che nel gennaio 2017 ha presentato istanza di fallimento nei confronti di Aerdorica: una tutela dei soldi pubblici, data l'ingente molte debitoria da 43 milioni di euro che schiacciava e schiaccia tutt'ora la società, partecipata al 90% circa dalla Regione.
Air Vallee è fallita
Mentre Aerdorica cerca di mettere al posto giusto tutti i tasselli di quel complesso puzzle chiamato salvataggio, arriva la notizia del fallimento di Air Vallee, che andrà ad incidere sulla gara per la privatizzazione, il cui bando è al momento al vaglio del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, prima di passare sotto la lente d'ingrandimento dell'Enac e del ministero di Economia e Finanza. In corsa per l'acquisizione delle quote di maggioranza di Aerdorica insieme al fondo inglese Njord Partners e al gruppo spagnolo Daccimet Hispania, Air Vallee è ormai fuori gioco a causa di questioni legate alla gestione precedente l'era Pellino.
I debiti fiscali
La società aveva infatti 6 milioni di debiti con l'Agenzia delle entrate, oltre ad altri con diversi creditori, tra cui l'aeroporto Fellini di Rimini per 80 mila euro: il Tribunale di Rimini, dopo una sentenza di primo grado favorevole, ha decretato in appello il fallimento. Sperando che nel frattempo gli altri due competitor restino in partita fino alla fine, Aerdorica lavora anche sul terzo fronte, ovvero quello dell'istruttoria Ue per avere l'ok alla ricapitalizzazione da 25 milioni di euro della Regione. La scorsa settimana, Bruxelles ha inviato 32 nuovi quesiti per avere chiarimenti tecnici e Aerdorica avrà tempo fino all'8 ottobre per rispondere. Da quella data, la Commissione europea avrà 60 giorni di tempo per dare il suo responso circa la liceità della manovra rispetto alle normative sugli aiuti di Stato.
Martina Marinangeli
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore