MENU
Chiudi
05/12/2018

Adesso il rifugio Medelèt prenota una seconda vita: un bando sceglie il gestore

Brescia Oggi

«Appolaiata» a 1300 metri di altitudine e raggiungibileda Passabocche o dal Colle di San Zeno, Medelèt è la meta ideale per gli escursionisti: arrivarci è semplice, come altrettanto semplice è innamorarsi del posto. Il rifugio, di proprietà del Comune di Pisogne, è stato ristrutturato dieci anni fa: dispone di posti letto, una cucina, un bar, una sala da pranzo ed un balcone con vista sul bosco. Scaduta la concessione con il gestore uscente, il Comune ha varato un nuovo bando di selezione in scadenza a metà dicembre. «È un rifugio molto frequentato - sottolinea Claudio Faustini, consigliere con delega al Patrimonio - incastonato in una bellissima radura. La struttura è circondata da 1650 metri di verde attrezzata con area pic nic e barbecue». Il bando è biennale con l'opzione per il terzo: la base d'asta è 9 mila euro a stagione. Il gestore dovrà garantire 100 giorni di attività, con l'obbligo di tenere aperto il rifugio dal 15 giugno al 15 settembre. I CANDIDATI DEVONO presentare l'offerta entro il 17 dicembre con le modalità fissate dal bando scaricabile dal portale del Comune. Un'opportunità, anche economica, da non perdere: il Rifugio Medelet - sulla via che porta alla sommità del Monte Guglielmo - ha dimostrato nel corso degli anni di essere un vero e proprio punto di riferimento per camminatori ed escursionisti. Ci si può arrivare anche in auto, percorrendo la mulattiera che sale da Passabocche.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore