scarica l'app
MENU
Chiudi
12/01/2021

Adesso c’è il bando di gara per affidare i servizi cimiteriali

La Gazzetta Del Mezzogiorno

RIONERO IN VULTURE L'IMPORTO A BASE D'ASTA AMMONTA A POCO PIÙ DI 440MILA EURO. LA SCADENZA IL 4 FEBBRAIO
Dopo il giro di estumulazioni per rivendere illecitamente i loculi
GIOVANNA LAGUARDIA l È stato pubblicato il bando di gara per l'af fidamento dei servizi cimiteriali del Comune di Rionero in Vulture. L'importo complessivo a base d'asta ammonta a poco più di 440mila euro, per un periodo di affidamento di due anni e mezzo, dal 2021 al 2023. Il bando di gara è stato pubblicato sull'albo pretorio on line del Comune il cinque gennaio scorso e la data di scadenza per la presentazione delle domande è il 4 febbraio prossimo. La gara per l'affidamento è stata bandita dal Comune di Rionero in quanto il 31 gennaio prossimo scadrà il contratto stipulato il 28 giugno del 2019, a seguito dell'esperimento di una precedente procedura di gara aperta, alla società Mesac di Sant'Angelo a Fasanella, in provincia di Salerno. Prima di allora i servizi cimiteriali di Rionero in Vulture erano balzati agli onori della cronaca giudiziaria per via dell'operazione «Il grido dell'Ade», che aveva portato alla individuazione di un sistema distorto per monopolizzare l'aggiudi cazione dei servizi cimiteriali a Rionero in Vulture, legato alle attività di un imprenditore locale. Nel corso dell'inchiesta il procuratore della Repubblica Francesco Curcio illustrò addirittura un giro di estumulazioni illecite, finalizzato a rivendere illecitamente i loculi cimiteriali. Voltata quella brutta pagina di storia locale, il Comune di Rionero ha esternalizzato il servizio. L'appalto ha per oggetto i servizi cimiteriali riguardanti le prestazioni ed i lavori connessi allo svolgimento delle operazioni necroforiche (sepoltura dei feretri per inumazione e tumulazione, esumazioni, estumulazioni, traslazione, raccolta di resti mortali) e dei servizi di custodia, il controllo e la sorveglianza del cimitero, i servizi amministrativi, la pulizia, la manutenzione ordinaria e le verifiche periodiche, il monitoraggio, la manutenzione e la pubblica incolumità, costituita da prestazioni, forniture e quanto altro necessario per mantenere il cimitero comunale in condizioni ottimali di conservazione e decoro. Inoltre il taglio del manto erboso, il riassetto e la pulizia dei vialetti, la pulizia dei percorsi pavimentati, delle pavimentazioni dei colombari, pulizia dei servizi igienici e dei locali di pertinenza, la pulizia della chiesa cimiteriale. Il Comune, invece, manterrà a suo carico «le attività di controllo e verifica delle operazioni appaltate e le restanti attività inerenti le concessioni cimiteriali e la riscossione dei servizi a pagamento». L'affidamento in concessione all'esterno, si legge nella delibera di Giunta che ha dato il via al procedimento di gara, «è motivata dalla circostanza che non si dispone di adeguate risorse umane e strumentali per poter gestire direttamente un servizio così peculiare eterogeneo e complesso».

Foto: ARRESTI I servizi cimiteriali di Rionero in Vulture erano balzati agli onori della cronaca giudiziaria per via dell'operazione denominata «Il grido dell'Ade»