scarica l'app
MENU
Chiudi
12/07/2019

Addio al Palermo, via alla rifondazione

Giornale di Sicilia

Oggi arriverà il «no» al ricorso di Arkus
In mattinata il Consiglio federale confermerà l ' esclusione dalla Serie B, in contemporanea il sindaco Orlando svelerà il bando per la nascita della nuova società che si iscriverà in D
Benedetto Giardina PA L E R M O Il nuovo Palermo nasce oggi. Il sindaco Orlando annuncerà in mattinata il bando per la creazione della società che dovrà far ripartire i colori rosanero dalla Serie D, una volta ratificata la mancata iscrizione dell ' U.S. Città di Palermo ai tornei professionistici. Un ' esclusione che verrà confermata oggi dal Consiglio federale, dopo il parere espresso ieri dalla Covisoc alla Figc. Dal primo verdetto dello scorso 4 luglio, di fatto, sembra che non sia cambiato nulla. La domanda di iscrizione non era sanabile e il reclamo presentato da Tuttolomondo non avrebbe sortito effetti. Orlando, che ha ammesso di voler attendere la decisione della Federcalcio per poter indire il bando, ha rotto gli indugi nella giornata di ieri, quando la Commissione di vigilanza aveva già espresso il proprio parere ai vertici federali. Il Consiglio federale (che si riunirà oggi a mezzogiorno) opterà per l ' est ro missione del club di viale del Fante, una volta ribadito il «no» pronunciato in prima istanza dalla C ov i s o c . Il verdetto federale e l ' atto di «ri nascita» del Palermo si sovrapporranno, ma di fatto l ' intenzione è quella di non indugiare oltre. Per questioni di opportunità il Comune ha ritenuto corretto non anticipare la decisione della Figc (come invece fatto a Foggia, con l ' av v i s o reso pubblico dopo il parere della Covisoc di otto giorni fa), ma l ' esi to del ricorso evidentemente non ha fornito alternative. Tuttolomondo aveva presentato nei tempi previsti il reclamo avverso la decisione negativa dell ' organo di controllo, ma le numerose lacune evidenziate dalla stessa Covisoc nella domanda di iscrizione non potevano essere colmate in proroga e non sono state colmate. Per l ' ammissibilità del ricorso, inoltre, Il sindaco rompe gli indugi Ne l l ' avviso ci saranno dei paletti. In corsa Ferrero e Mirri, ma anche Di Piazza e forse i cinesi è previsto il deposito di un assegno di 15 mila euro rimborsabile solamente nel caso in cui venga accolto l ' a p p e l l o. Il bando che verrà annunciato alle 11 di Orlando seguirà la falsariga di quelli pubblicati altrove, partendo da punti imprescindibili quali: la presentazione di un business plan triennale con l ' obiett ivo del ritorno in Serie B, la creazione di una divisione giovanile e una femminile, utilizzo delle strutture di proprietà del Comune per lo svolgimento delle partite e un assegno da 150 mila euro da versare a fondo perduto per richiedere l ' iscrizione in sovrannumero al prossimo campionato di Serie D. A questi si aggiungeranno altri paletti, come l ' ingresso in società di una quota (di controllo e non di governance) appartenente ad un soggetto che sia espressione di un azionariato popolare e il rispetto di determinati requisiti di onorabilità e solidità finanziaria da parte degli interessati. Dovrebbero essere incluse clausole a garanzia dei dipendenti dell ' U.S. Città di Palermo destinati a perdere il proprio lavoro, mentre per quanto riguarda il rischio di «multiproprietà» verrà solo data un ' indicazione alla com missione incaricata di esaminare le manifestazioni di interesse, senza escludere a priori dal bando chi ha già in mano altri club professionist ici. Ferrero dunque ci sarà e dovrà vedersela, almeno per il momento, con altri due pretendenti: Mirri e Sagramola hanno già pianificato il progetto da presentare al sindaco, mentre Tony Di Piazza per ora ha solo annunciato l ' intenzione di partecipare al bando. Si è defilato Dragotto, che però avrebbe già u n ' intesa con altri aspiranti «ac quirenti» per fare da sponsor in caso di vittoria. Il gruppo asiatico, più che cinese (avendo base a Singapore e Hong Kong), sta valutando l ' opportunità di rilevare il Pa lermo per aprirsi la strada verso altri investimenti in città, specialmente in ambito portuale. Quel che è certo è che nei prossimi giorni verranno fuori altri nomi. Il termine assegnato dalla Figc per poter inserire il nuovo Palermo nei quadri della Serie D è il 26 luglio. Per i colori rosanero saranno altre due settimane di attesa. ( * B EG I * )

Foto: Ultrà presenti. Il tifo organizzato ha già annunciato il suo sostegno incondizionato al Palermo anche in Serie D