MENU
Chiudi
04/01/2019

Accordo con i privati contro la mobilità passiva

Il Messaggero

`Lo strumento sarà il project financing per apparecchiature e personale medico
UNA O PIU' STAZIONI APPALTANTI PER UN PERIODO A TEMPO DETERMINATO EVITARE L'ERRORE DEI PARCHEGGI
SANITA'
Il privato coll'arma del project financing verrà in aiuto delle lunghe ed estenuanti liste di attesa e della mobilità passiva che alla Asl di Teramo ammonta a 59 milioni questa è l'idea di Fagnano e soci. Il contratto coi privati, che in questo caso forniranno le attrezzature diagnostiche (Pet e risonanze magnetiche) assieme ai tecnici, avrà un costo annuo di canone rilevante che però dovrebbe far risparmiare alla Asl sia in termini appunto di mobilità passiva, facendo restare il paziente nei confini, che di personale ottimizzandolo, dal momento che i tempi per indire i concorsi con relative procedure sono biblici. A Teramo per di più c'è una gravissima mancanza di radiologi e di risonanze magnetiche che sono solo due (più un'altra più piccola articolare) che pone la nostra Asl ultima in Regione per numero soprattutto in rapporto alla popolazione. Parrebbe l'uovo di Colombo, una ratio innovativa prevista dalla legge che dovrà guidare anche l'iter del nuovo ospedale da realizzare al più presto, tra l'altro già pensata per il nuovo ospedale di Chieti. Attendere anni o diversi mesi per un esame diagnostico potrebbe tra qualche tempo essere un ricordo: certo c'è l'ingerenza ingombrante del privato, si veda l'esperienza negativa del parcheggio multipiano dove la ditta fallì, ma che potrebbe ovviare allo stato di stallo permanente. Ma oltre a tagliare considerevolmente i tempi di attesa ne trarrebbe giovamento la qualità: con le attuali risonanze il prodotto finale non è mai così limpido e cristallino, più che altro per un problema di tarature. Coll'arrivo delle Rm a 3 Tesla a Teramo e con le altre nuove attrezzature (la Asl sarà completamente coperta nei suoi quattro presidi) la qualità diagnostica migliorerà nettamente e tutto dovrebbe migliorare con la mobilità attiva. Un problema che si potrà risolvere anche con la Pet: attualmente Circonvallazione Ragusa paga svariati milioni all'anno (dai due in su) altre aziende sanitarie perché molti teramani si devono recare a Pescara o Ascoli. Il partenariato pubblico privato rende noto il direttore generale Roberto Fagnano -è un opportunità prevista dalla legge che gli enti possono e devono utilizzare con attenzione e professionalità, senza strafare. Le attrezzature diagnostiche in questioni sono diverse dal passato: più grandi e delicate. Hanno quindi bisogno di più spazio, di una sorta di bunker che li contenga e di una stanza apposita e spesso le autorizzazioni si arenano in lungaggini burocratiche, come del resto per tanti altri argomenti sanitari. Purtuttavia il criterio del project financing riguarderà e caratterizzerà il nuovo ospedale che partirà con le prime progettazioni già entro quest'anno. Sullo stesso sito della Asl di Teramo si legge: un contratto a titolo oneroso stipulato per iscritto con il quale una o più stazioni appaltanti conferiscono a uno o più operatori economici per un periodo determinato in funzione della durata dell'ammortamento dell'investimento e delle modalità di finanziamento fissate, un complesso di attività consistenti nella realizzazione, trasformazione, manutenzione e gestione operativa di un'opera in cambio della sua disponibilità, o del suo sfruttamento economico, e della fornitura di un servizio connesso all'utilizzo dell'opera stessa, con assunzione di rischio secondo modalità individuate nel contratto da parte dell'operatore.
Maurizio Di Biagio
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore