MENU
Chiudi
30/11/2018

Abuso d ‘ ufficio, ex assessore a processo

La voce di Rovigo

TRIBUNALE Ieri l ' istruttoria: ascoltati un funzionario Avepa, una dirigente comunale e un finanziere
Patrizia Osti è a giudizio per il caso dell ' affidamento del progetto " Adria-Borgo autentico "
ADRIA - Abuso d ' ufficio: con questa accusa è a giudizio l ' ex assessore del comune di Adria, Patrizia Osti. Ieri, davanti al collegio del tribunale di Rovigo, si è tenuta un ' udienza del processo, nel corso della quale è iniziata l ' istruttoria. In base al capo d ' imputazione, con riferimento all ' epoca dei fatti contestati, in qualità di assessore alle politiche sociali, pari opportunità, turismo e promozione del territorio del Comune di Adria ed avendo, per ragione del suo ufficio, promosso ed elaborato il progetto di valorizzazione turistica denominato " Adria-Borgo autentico nelle terre dei grandi fiumi " , già oggetto di finanziamento pubblico da parte dell ' Avepa (Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura) di Rovigo, in violazione della normativa sugli appalti p u b b l i c i , a v v a l e n d o s i dell ' esercizio di autorità delle proprie funzioni nei confronti del personale in capo al settore lavori pubblici, sempre secondo l ' accusa, avrebbe impedito la pubblicazione del bando di gara senza fare avviare una preventiva indagine di mercato, affinchè l ' in carico esecutivo del progetto fosse affidato all ' associazione " Borghi-Autentici d ' Italia " , attraverso una procedura negoziata, procurandole così un ingiusto vantaggio patrimoniale. Q ue st ' ultimo sarebbe consistito nell ' importo di 161mila 649 euro, a cui si è aggiunto successivamente l ' u l te r i or e importo di 72mila 100 euro: somme che in pratica corrispondevano ai rimborsi, in base alle rendicontazioni, per i costi sostenuti dall ' associa zione Borghi Autentici d ' Ita lia. In sostanza, la Procura contesta l ' affidamento diretto del progetto all ' associazione, senza un bando di gara. Secondo l ' accusa, i fatti si sarebbero svolti nel periodo tra marzo 2014 e giugno 2015. Nessuno si è costituito parte civile nel processo: nè il comune di Adria, nè altre associazioni. " Adria-Borgo autentico " era un progetto di valorizzazione turistica e culturale che aveva avviato il comune di Adria. Ieri sono stati sentiti i testi del pubblico ministero. E ' stato ascoltato un funzionario di Avepa, che si era occupato della domanda per la concessione del finanziamento. Quindi, ha parlato la dirigente che aveva curato l ' istrutto ria del progetto. Infine, ha parlato un appuntato di polizia giudiziaria, appartenente alla guardia di finanza, che aveva svolto le indagini. E ' emerso che il progetto è stato affidato previa istruttoria condotta dagli uffici comunali. Ma anche che, a seguito del progetto, il comune ha registrato un significativo aumento delle presenze alberghiere. L ' ex assessore è difesa dall ' av vocato Marco Casellato, che confida nell ' assoluzione della sua assistita. Prossima udienza il 20 giugno: saranno ascoltati i testi della difesa.

Foto: L ' ex assessore Patrizia Osti

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore