MENU
Chiudi
29/09/2018

Aaa cercasi gestore per il Podere di Pian dei Termini

Il Tirreno - CARLO BARDINI

Un immobile da 240 metri quadrati e 15 ettari di terreno Marmo: il complesso dovrà avere vocazione agro forestale aperto il bando
Pian dei TerminiAll'asta il Podere di Pian dei Termini: da alcuni giorni è uscito il bando. È in cerca di un nuovo gestore la struttura che per anni è stata la casa di Mario Castelli e che si trova nei pressi dell'Osservatorio astronomico di Pian dei termini sopra Gavinana. Castelli, che si occupava del Podere e del terreno circostante, morì a 66 anni nel 2015. I suoi amici lo hanno voluto ricordare con l'apposizione di una targa molto commovente sull'edificio: "Amico mio che te ne sei andato/io passo di qui spesso e ti saluto/ da tutti noi sei sempre ricordato/ non capirà chi non ti ha conosciuto". La struttura è quindi inutilizzata da tre anni e perché non si rovinasse maggiormente l'Unione dei Comuni ha deciso di pubblicare il bando per una gestione che possa rendere lustro ad un edificio di 240 metri quadri con annessi circa 15 ettari di terreno. Come molti edifici di questo tipo, il padrone è La Regione Toscana che dette in gestione alle ex Comunità Montane e attualmente all'Unioni dei Comuni. Il Podere di Pian dei termini si trova all'interno del complesso forestale regionale "Foreste pistoiesi sezione di Maresca" . Il nuovo soggetto che gestirà questa struttura non potrà certo crearci un qualcosa che va contro la sua naturale destinazione, cioè dovrà comunque avere una funzionalità legata all'attività silvo-agro-forestale, ma anche con la possibilità di ospitare turisti o simili. «Staremo a vedere quali progetti ci verranno presentati-spiega Luca Marmo, presidente dell'Unione dei Comuni-ma niente vieta, ad esempio, che possa essere, almeno in parte, destinato a servizio del vicino osservatorio. Comunque sia dovrà avere una destinazione per attività legate al mondo agro-forestale». Poi prosegue: «Questo bando continua il percorso attivato ormai da tempo. Vogliamo restituire un futuro a realtà ferme e in disuso ormai da troppo tempo. Mi viene in mente il Vivaio di Maresca, la piscina, sempre marescana e tra non molto, massimo entro la prossima primavera, il nuovo bando per la Casetta Pulledrari. Ci auguriamo -conclude- che vi siano partecipazioni e che questo Podere possa tornare a nuova vita». Il bando è pubblicato sulla home page del sito ufficiale dell'Unione di Comuni Montani Appennino Pistoiese al seguente link: www. ucap. info. La scadenza è entro fine mese di ottobre e l'apertura delle buste avverrà il prossimo 6 novembre. Intanto il consigliere di minoranza del Comune di San Marcello-Piteglio Carlo Vivarelli (Partito Indipendentista Toscano) ha organizzato per sabato 6 ottobre (10, 30-12) un presidio nel piazzale sterrato antistante la sbarra de la Casetta de'Pulledrari per chiedere l'assegnazione del Rifugio, che è un bene pubblico, alle associazioni della comunità di Maresca. -CARLO BARDINI BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore