scarica l'app
MENU
Chiudi
04/06/2020

A33: BORGNA NON VUOLE POTERI FUORI ORDINARIO

Gazzetta di Alba

Alba e dintorni
Come abbiamo scritto la scorsa settimana il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l'assessore ai trasporti regionale Marco Gabusi hanno chiesto al ministro alle infrastrutture Paola De Micheli la nomina di un commissario straordinario per il completamento dell'Asti-Cuneo, ma il presidente della Provincia Federico Borgna ( foto) non nasconde le proprie perplessità. Nel Consiglio comunale di Cuneo, Borgna si è detto molto lontano dalla posizione del governatore Cirio e di Gabusi: «Continuo a credere che un commissario non serva, perché c'è già l'approvazione da parte del Cipe (cioè il Comitato interministeriale per la programmazione economica) del progetto. L'Asti-Cuneo può andare avanti e speriamo che qualche parte politica non voglia mettere zavorre». Il riferimento alla proposta di Cirio è parso chiaro. Borgna ha comunque dichiarato di essere disposto a valutare l'idea della nomina di un commissario a titolo gratuito: «Al sindaco di Genova Bucci non è stato dato nessun potere speciale, ma solo la facoltà di non applicare le norme italiane sugli appalti e attenersi alle direttive europee. Questo dovrebbe farci ben riflettere». In effetti, la situazione nel Paese non è così rosea. m.p.