scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
28/04/2021

A maggio il primo decreto

Avvenire - (r.r.)

CAPITOLI E TAPPE DELL'AGENDA SUGLI ADEMPIMENTI DEL GOVERNO PER SVILUPPARE IL PNRR / SEMPLIFICAZIONI
Il primo appuntamento legato al Pnrr nell'agenda dell'esecutivo Draghi è, ora, quello con il "decreto semplificazioni". Il governo si è impegnato con Bruxelles ad adottarlo entro la prima settimana di maggio. Nel decreto ci sarà l'accelerazione della Via - la valutazione di impatto ambientale con apposita commissione statale - per tutti i cantieri che ricadono nel perimetro del piano (compresi, quindi, quelli finanziati con il fondo complementare da 30 miliardi), la proroga al 2023 delle norme sugli appalti e contro la cosiddetta "fuga dalla firma" per i dirigenti pubblici (in scadenza a fine anno) e la revisione dei quelle per l'accesso al Superbonus del 110%. Entro metà luglio, poi, mentre le Camere saranno impegnate a chiudere la conversione di questo decreto e dell'altro con la governance e le regole di attuazione del Piano (e forse ancora anche il decreto "Sostegni-bis" che potrebbe essere varato in settimana), il governo si è impegnato a presentare la legge annuale sulla concorrenza che, pur prevista da molti anni, di fatto nell'ultimo decennio è stata varata solo nel 2017: toccherà temi "sensibili" come porti e telecomunicazioni.